IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gastronomia, visite guidate, mostre, giochi per famiglie: un gustoso fine settimana di eventi in provincia

A Finale i prodotti della terra e del mare, ad Albenga apre la Sala dei Busti

Provincia. “Chi troppo nutre il suo corpo non fa mai vecchie le ossa”. Il proverbio sembra mandarci un messaggio, un invito a “banchettare” tutti insieme in letizia, soprattutto in questo primo fine settimana di novembre in cui la “tavola” sarà imbandita con numerose “pietanze” a base degli IVG Eventi che vi anticipiamo nei prossimi paragrafi.

Le papille gustative si attiveranno insieme ai recettori olfattivi a Finale Ligure: i migliori prodotti della natura selvatica saranno “conditi” con i pregiati “frutti” dei fondali azzurri nella fiera mercato “TerraMare”, che avrà come fil rouge il turismo sostenibile.

Ad Alassio ci sazieremo con la cultura gastronomica italiana “di strada”: i Cuochi Itineranti “riassumeranno” la qualità del territorio locale e delle diverse regioni italiane nei piatti preparati in occasione dello Street Food Festival.

Invece di cultura in senso stretto faremo una scorpacciata ad Albenga con la straordinaria apertura al pubblico dell’incantevole Sala dei Busti del Municipio, in cui resteremo sicuramente affascinati dalle sculture uniche di Santo Varni e dalle pregevoli decorazioni.

terramare finalpia

Finale Ligure. Sabato 2 novembre torna per il secondo anno “TerraMare”, il mercato in cui le eccellenze del bosco e della terra si sposano con quelle del mare e che promuove l’identità agricola e gastronomica del territorio finalese e la tutela del paesaggio come elementi propulsori di un turismo “buono, pulito e giusto”.

Il tema di quest’anno è dedicato al racconto di quelle potenzialità che oggi ha il turismo “slow”, più consapevole curioso e sostenibile sul territorio.

Nel fine settimana ci saranno stand in cui andare alla scoperta della straordinaria biodiversità dei prodotti finalesi di terra e mare; imparare divertendosi con i laboratori gratuiti per grandi e piccoli, realizzati dalla Condotta Slow Food e dal CEA Finale Natura; partecipare ai talk show in musica con degustazione, un focus sul miele ligure in collaborazione con ApiLiguria, musica e ristorazione di qualità.

pirati caraibi 5

Fino a domenica 3 novembre torna la “Casa Stregata” di Baba Jaga. La settima edizione del percorso stregato interattivo per famiglie con bambini dai 4 anni in sù avrà per protagonisti i Pirati.

Lo spazio teatrale del Palazzo del Tribunale si trasformerà nella più spaventosa delle navi. Partendo dall’Antro della Strega del Mare, per trovare i dobloni perduti i piccoli ospiti dovranno salire sul galeone fantasma con destinazione l’Isola Maledetta, in cui dovranno affrontare il terribile demone Buio.

“Cominciate a credere alle storie di fantasmi… Ci siete dentro!”. Sembrano vivi ma quando arriva la luna piena svelano la loro identità. Un’orrenda maledizione, un tesoro sottratto, dei medaglioni insanguinati… chi sale a bordo della nave maledetta non fa ritorno… Siete pronti a salpare con il capitano Tot? La “Casa Stregata” aspetta tutti i bambini per una nuova terribile, orrenda avventura!

street food

Alassio. Fino a domenica 3 novembre in un colorato e dinamico villaggio l’AICI Associazione Italiana Cuochi Itineranti promuoverà la cultura gastronomica italiana con lo Street Food Festival, piatti preparati da operatori selezionati che rappresentano la qualità del territorio locale e delle diverse regioni italiane.

Si potranno gustare i classici del cibo da strada, come la grigliata di carne, la patata twister e i bomboloni alla crema per dessert, ma anche il meglio del cibo da strada italiano, dagli hamburger di fassona agli arancini siciliani, dal risotto alla robiola alle olive ascolane al fritto di mare.

Ospiti internazionali la cucina americana con i maxihamburger e gli hotdog, il tutto preparato e cucinato al momento da “chef” selezionati dagli organizzatori, che parteciperanno con i loro caratteristici stand e materie prime di comprovata provenienza, e “annaffiato” da birra artigianale italiana e belga. Accanto allo street food numerose iniziative d’intrattenimento organizzate per il coinvolgimento del pubblico.

comune albenga municipio

Albenga. Sabato 2 novembre presso il Municipio il Gruppo FAI Giovani della locale delegazione apre alle visite del pubblico la Sala dei Busti, già Sala del Consiglio Comunale, solitamente inaccessibile e in cui sarà possibile ammirare i busti ivi contenuti e le decorazioni pittoriche.

La visita mette in luce alcune opere scultoree da poco attribuite a Santo Varni, artista di spicco nel panorama artistico dell’Ottocento. Talento precoce e allievo prediletto di Giuseppe Gaggini, del quale avrebbe preso il posto, completò la propria formazione a Firenze presso Lorenzo Bartolini, il maggiore scultore italiano dell’epoca.

Apprezzato da una committenza altolocata, che incluse esponenti sia della casa reale sia dell’aristocrazia e alta borghesia genovesi, fu in relazione con artisti e intellettuali italiani e stranieri e punto di riferimento per un’intera generazione di artisti. Le sue straordinarie collezioni, raccolte nella casa studio di Genova, che alla sua morte avrebbe dovuto divenire un museo, furono invece purtroppo disperse. I busti ritraggono sovrani di Casa Savoia e personalità illustri del panorama aristocratico e assistenziale della città di Albenga.

primo levi

Loano. La sezione ANPI “Renato Boragine” celebra Primo Levi, partigiano, deportato, scrittore e “grande uomo”, con la mostra “Primo Levi: un ricordo a cent’anni dalla nascita”, che trova spazio da sabato 2 novembre nella Sala del Mosaico di Palazzo Doria con il patrocinio dell’Assessorato comunale a Turismo e Cultura.

“Vogliamo ricordare la vita esemplare e tragica di un grande italiano la cui fama ha raggiunto tutto il mondo – spiega la presidente dell’ANPI Loano Laura Sero – La sua prosa, priva di qualsiasi enfasi e forzatura nel descrivere il ‘male assoluto’, risulta la più efficace per combattere il revisionismo storico che arriva a negare lo sterminio nei campi nazisti o ad attribuire una parte della responsabilità alle vittime”.

La mostra è resa possibile grazie alla collaborazione e al materiale forniti dal Centro Internazionale di Studi “Primo Levi” di Torino e dalla sezione di Savona di ANED. Per la sua preparazione hanno lavorato parecchi iscritti ANPI, tra i quali l’insegnante Vincenza Calcagno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.