IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ex Ilva, nuovo affondo di Toti: “La colpa più grave di un Governo incapace”

“In piazza con i lavoratori per difendere il lavoro e un’azienda strategica”

Regione. “Il governo ha creato questo problema per insipienza e pura propaganda, come è tipico dei Cinque Stelle; ora il Governo deve risolverlo”.

Parola del governatore della Liguria Giovanni Toti che, dopo il pesante attacco di questa mattina, ha rincarato la dose. Una situazione critica che riguarda direttamente anche lo stabilimento Sanac di Vado Ligure con i suoi 80 dipendenti.

“La chiusura di Ilva, – ha proseguito Toti a margine del consiglio regionale odierno, – significherebbe perdere un punto del prodotto interno lordo italiano, oltre ventimila posti di lavoro e un asset strategico per il paese. Questa è davvero una delle colpe più gravi che questo governo ha, e ne ha una lunga serie: mi auguro che sappia fare marcia indietro nel più breve tempo possibile, prima che questo guaio diventi irrisolvibile”.

“Questo governo ormai sembra schiavo delle politiche più velleitarie del movimento 5 stelle ne abbiamo sentite di tutte e intanto il pil è fermo, la disoccupazione cresce. Mi chiedo quando si riuscirà ad avere un governo che dia finalmente risposte che non siano velleitarie, insensate e puramente propagandistiche. Nel momento in cui facciamo un tavolo di crisi sull’automobile al Ministero dello sviluppo economico, quello stesso governo chiude l’acciaio e le aziende che producono il materiale per  fare l’automotive?”.

“Siamo allo sbando più totale, è un circo equestre. Non si tratta oggi di salvare le aree dell’autorità portuale, si tratta di salvare il lavoro a Genova, Novi Ligure e Taranto. Ilva è un’azienda strategica a livello nazionale che viene chiusa per pura propaganda dal Movimento 5 Stelle, che insegue ancora una volta desideri irrealizzabili spinto da un ambientalismo male interpretato, totalmente inutile a questo paese e alla vita delle persone. Sarò in piazza ovunque con i lavoratori per difendere il lavoro, l’occupazione e un’azienda strategica”, ha concluso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.