IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza frane e viabilità, da Rialto a Stella fino ad altre località dell’entroterra: un “bollettino di guerra” fotogallery

Acqua, luce, gas e telefonia in tilt per molti abitanti: a rotoli la vita quotidiana...

Entroterra. Mentre si attendono i lavori cantierati dalla Provincia di Savona per le strade provinciali chiuse per frane e smottamenti e quindi ridare fiato alla viabilità e mobilità dell’entroterra savonese, da Rialto a Stella, passando per altre località siamo di fronte ad un vero e proprio “bollettino di guerra”: a pagare il prezzo più alto i cittadini e le famiglie rimaste isolate, magari senz’acqua e alle prese con una vita quotidiana “rivoluzionata” – in peggio – dalla situazione emergenziale post maltempo.

E’ iniziata anche la conta precisa dei danni, pubblici e privati: una stima è ancora difficile da quantificare considerando le molteplici situazioni critiche, ma sicuramente ingente e senza precedenti nella storia savonese.

A Rialto domani, sabato 30 novembre, si terranno due riunioni con gli abitanti delle frazioni isolate: ore 15 presso Agriturismo Cà dell’Alpe e ore 17 in Sala consiliare: “Sarà l’occasione per fare il punto della situazione, raccogliere proposte, suggerimenti e problematiche” afferma il sindaco Valentina Doglio.

Resta ancora chiusa la strada provinciale 17 nel tratto compreso tra l’incrocio di via Loggia e Località Sottoripa, nei pressi del Podere Bricchetto.

“La posta verrà lasciata presso l’ufficio postale; per informazioni sulla presenza di corrispondenza, si prega di contattare direttamente l’ufficio negli orari di apertura.
In caso di urgenze ci rendiamo disponibili, previa delega, al ritiro e alla consegna; il servizio di raccolta differenziata verrà riorganizzato secondo le seguenti modalità: sono stati istituti due punti di conferimento, uno presso il bivio per la sala consiliare e uno presso il bivio per Via Alpe, nei pressi della pensilina. Ovviamente si raccomanda un minimo di buon senso nel posizionamento di sacchetti e mastelle, nel rispetto di quanto circostante. A seguito di sopralluogo, tutte le mulattiere accessibili dalle zone isolate sono aperte e percorribili: Chiesa – Annunziata – Moi, Zenda – Fugardi – Taglieto – Moi. Queste vie sono alternative per poter raggiungere le auto parcheggiate nelle zone raggiungibili”.

Danni alluvionali Rio Crivezzo Stella

Anche il territorio di Stella si lecca le profonde ferite post maltempo: i disagi riguardano anche le linee telefoniche e il servizio di rete cellulare Vodafone-Tim, con molti cittadini bloccati nelle comunicazioni. Danneggiamenti a varie infrastrutturazioni che dovranno essere controllate e nel caso sostituite. Molte case sono ancora senza acqua e luce.

Le cose normali e semplici, fare arrivare a destinazione farmaci, acqua, pellet o prodotti di prima necessità come alimentari o altro sono difficoltose. Anche per questo molti abitanti hanno chiesto e sollecitato il sindaco Marina Lombardi di attivarsi con la Prefettura.

“Ho svolto un nuovo sopralluogo tra S. Martino, Le Verne e Gameragna: non riesco a trovare parole per esprimere il mio sentimento di sconforto e angoscia…” ha detto il primo cittadino per la grave situazione emergenziale. “Garantisco che farò di tutto perché ripristino al più presto i collegamenti sulla provinciale”.

Anche nell’entroterra albenganese si contano i danneggiamenti: a Villanova proseguono i lavori di pulizia dei detriti sulla viabilità e la pulizia delle cunette. A giorni si avrà l’elenco completo dei danni alle infrastrutture idrauliche e viarie.

A Cisano sul Neva è stato ripristinato il guasto all’acquedotto comunale per la frana a Zuccarello.

frane e smottamenti

“Da pochi minuti l’acquedotto di Tovo San Giacomo riceve anche l’acqua dai pozzi di Pietra Ligure – annuncia il sindaco di Tovo San Giacomo Alessandro Oddo -. Questi lavori servono a sostenere la pressione nelle tubature ed a fornire maggiore quantità di acqua potabile per tamponare la fase di emergenza che il nostro sistema acquedottistico sta attraversando dopo la rottura della condotta del Rué”.

“Ricordo sempre che finché questa non sarà riparata, il sistema non sarà mai in totale equilibrio. Desidero ringraziare di cuore gli operai ed i tecnici di Servizi Ambientali SpA che dall’inizio del’emergenza stanno lavorando sull’acquedotto ed hanno realizzato questo bypass in meno di due giorni”.

“La prossima tappa sarà ricercare e riparare il guasto lungo la condotta, che potrà avvenire non appena le condizioni del Maremola consentiranno l’accesso all’area” conclude.

In molti comuni dell’entropterra si sta operando anche per il ripristino della condutture delle acque bianche ostruite dai detriti portati dalla pioggia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.