IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - Stile Savonese

Davide Geddo racconta il Festival “Su la testa”

"Stile Savonese" è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia

Più informazioni su

Anche se il cielo sta continuando a farci preoccupare, oggi con il mio articolo di Stile Savonese vorrei portarvi dove c’è sempre il sole, ovvero dove c’è arte, poesia, musica e talento: vi porto al Festival Su la testa ad Albenga!
Nato in un pomeriggio di quindici anni fa da un’idea del cantautore ingauno Davide Geddo, quando Albenga era molto diversa e ancora non aveva la forte impronta culturale odierna, il Festival Su la testa nel tempo è cresciuto molto.
Questa settimana mi sono regalata una bellissima chiacchierata proprio con Davide Geddo, che mi ha portato nel cuore della manifestazione.
Mi ha spiegato come, nelle intenzioni sue e degli amici coinvolti, ci fosse quella di dare l’opportunità alla comunità di Albenga di interagire con la musica live, per viverla più intensamente.
Non semplicemente uno spettacolo, ma un’esperienza da vivere tutti insieme.

Su la testa però non è soltanto musica, ma un evento “rotondo”, fatto di incontri, dibattiti, arte, pomeriggi e notti infinite.
E il pubblico dimostra di apprezzare, partecipando anno dopo anno con calore e attenzione a questi incontri ravvicinati con la musica e l’arte, che coinvolgono sempre più la fascia di età giovane.
Infatti la programmazione vede in costante aumento artisti della nuova ondata, grazie al ricambio generazionale in corso nel mondo della musica.
L’evento che si sviluppa in quattro serate non ha un presentatore fisso, ma alcune persone che nella vita svolgono altre professioni e sono accomunati dalla grande passione per l’universo artistico.
Per l’edizione 2019 di Su la testa saranno Albero Calandriello, assistente sociale, Nico Ghilino, cantante, e Fabio Posilla, ingegnere.

Ormai ci siamo e i preparativi fervono per il Festival Su la testa: giovedì 28 Novembre quindi il sipario del Teatro Ambra di Albenga si alzerà sulla serata inaugurale della sua quattordicesima edizione.
L’Associazione Culturale Zoo, organizzatrice della kermesse artistica, nel tempo ha avuto l’occhio lungo e l’orecchio fine nella selezione dei partecipanti.
Si sono infatti esibiti sul palco di Albenga artisti come Zibba, Levante, gli Ex Otago e Raphael Gualazzi, prima del successo di cui sono ora protagonisti.

E con la stessa cura, edizione dopo edizione, l’associazione ha confermato la qualità di un evento unico in zona.
Anche quest’anno infatti sul palco dell’Ambra si esibiranno musicisti e cantanti di rilievo e di grande talento artistico.
Una quattordicesima edizione particolarmente votata all’internazionalità, con ospiti di prima grandezza da Canada e Francia, come l’istrionico Bocephus King che giungerà in Riviera con una super band per il ventennale dei suoi tour italiani, e la franco senegalese Awa Ly, delicatissima e intensa cantante e attrice, attenta ai grandi temi e ai forti sentimenti.
Grande attesa soprattutto per Maria Gadù, artista brasiliana che rimarrà ad Albenga per due giorni.
Una star internazionale, protagonista di tante battaglie civili contro l’omofobia e a difesa dei diritti degli indios, che ha inserito Albenga nel cuore del prestigioso tour europeo Pelle, che farà tappa in Liguria dopo Lisbona, Madrid, Barcellona, Milano e Roma.

Questo è un grande risultato rispetto a tutto il lavoro fatto nel corso del tempo, che conferma che Albenga oggi è una curiosità per il panorama della musica.
Ovviamente c’è ampissimo spazio per l’italianità con Giancane, I miei migliori complimenti e Alberto Bertoli, senza dimenticare gli artisti locali, quali i Messer Davil e Mr. Puma.
Proprio sugli artisti locali il Festival Su la testa punta in modo particolare, perché ci sono musicisti meravigliosi a cui è giusto dare spazio e visibilità, affinché possano dimostrare il loro grande talento.
A sparigliare le carte di un programma più che mai vario e colorato saranno infine il giovanissimo talento autorale di Giulia Mei, il poetico disincanto di Ivan Talarico e lo spiazzante punk pianistico di Giacomo Toni.
Ci sarà poi la consegna del Premio Pisani, intitolato al ricordo del patron dell’Ambra, che verrà consegnato al regista rivierasco Giorgio Molteni, autore di moltissimi film tra cui Aurelia e il Servo ungherese.
Per tre giorni la sede dell’Associazione culturale Zoo si trasferirà a Palazzo Scotto Niccolari dove ci saranno incontri musicali con artisti come Ginez, Monica P e Roberta Carrieri.
Ci sarà anche lo storytelling di Giorgio Olmoti da Torino con il monologo “Mai fare a tappa con la realtà”, la presentazione del libro di Renato Holfer Rossi “Il percorso contrario” e la presentazione della mostra dell’artista genovese Melkio, che invita al gioco e alla condivisione, tramite l’utilizzo del segno grafico utilizzato a fini evocativi di visioni oniriche e colorate.

Davide, perché il Festival si chiama “Su la testa”?
– Quindici anni fa, quando è partita questa “avventura”, io e i miei amici avevamo voglia di riscattare in qualche modo la città, di rendere Albenga un luogo che rientrasse nel circuito della musica di qualità.
Era un momento positivo per Albenga, perché in quegli anni, come noi, stavano iniziando l’attività la compagnia teatrale Kronoteatro e i Fieui di Caruggi.
Nella lunga ricerca per il nome da dare al nostro evento musicale, “Su la testa” ha vinto sulle altre proposte perché richiama l’orgoglio e la voglia di essere protagonisti in una città che merita tanto.
Dal 28 Novembre al 1 Dicembre sarà uno spettacolo continuo ad Albenga.
Imperdibile davvero e se vi state chiedendo come accaparrarvi il vostro posto a Su la testa, i biglietti sono in vendita on line tramite il sito Eventbrite e alla Libreria San Michele di Albenga.

“Stile Savonese” è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia. Ogni settimana una passeggiata tra le vetrine dei negozi della nostra provincia, a caccia di novità: un “viaggio” tra le tendenze savonesi a livello di moda, bellezza o arredamento, ma anche tra proposte come gite, corsi o spettacoli a teatro. Clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.