IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vadese 10 e lode: 6 a 1 al Calizzano e la semifinale di Coppa Liguria è vicina

Decima vittoria stagionale per la squadra di mister Saltarelli che supera nettamente i giallorossi sul campo di Pietra Ligure

Pietra Ligure. Sul campo del De Vincenzi di Pietra Ligure si gioca la partita valevole per la seconda giornata del secondo turno della Coppa Italia di Seconda Categoria. Si affrontano Calizzano e Vadese. I giallorossi nel primo incontro sono stati battuti 2-0 dall’Oneglia, pertanto, per sperare di andare avanti nella competizione, sono costretti a fare risultato contro i vadesi, i quali stanno andando a gonfie vele in questa stagione, al punto che in campionato occupano il primo posto a punteggio pieno.

La cronaca. Alessio Ponte manda in campo Trotta, Estorchi, Cantatore, Rasetto, Zunino, Riolfo, Briozzo, Stegaru, Loi, Buscaglia (cap.), Rasetto.

A disposizione Rosso, Canciani, Borgna, Mao, Pesce, Fazzari, Persano, D. Bianco.

Tony Saltarelli schiera la Vadese con Provato, Venneri, Appice, Enzi, Suetta, Enrile, Giacchino, Rebottaro, Quaglia, Giannone (cap.), Macagno.

In panchina Cancellara, Marchi, Cirio, Paladin, Manzani, Cavalleri, Mandaliti, Tona.

Arbitra Ramez Fousfos della sezione di Albenga.

Viene osservato un minuto di silenzio per Dino Gelsomino, dirigente del Calizzano deceduto una settimana fa.

Locali col 4-5-1 con Trotta in porta; linea difensiva con Estorchi, Zunino, Briozzo, Cantatore; a centrocampo Stegaru, Ettore Rasetto, Filippo Rasetto, esterni Loi e Riolfo; punta Buscaglia.

Azzurrogranata col 4-3-3 con Provato tra i pali; Vennero, Enzi, Suetta, Appice in difesa; Rebottaro, Giannone, Enrile centrocampisti; Giacchino, Quaglia, Macagno trio d’attacco.

Al 4° punizione messa in mezzo, Briozzo non riesce a rinviare, Quaglia non trova la porta.

Azione sulla destra della Vadese, Quaglia mette in area un pallone reso, Ettore Rasetto respinge con una mano. Calcio di rigore, Macagno non sbaglia. All’8° Vadese in vantaggio 0 a 1.

Al 13° un arrembante Buscaglia viene fermato fallosamente da Enrile. Punizione calciata da Ettore Rasetto, il suo sinistro è di poco alto.

Al quarto d’ora il Calizzano calcia due angoli ravvicinati. Sul secondo Ettore Rasetto trova sul secondo palo Loi pronto all’incornata vincente. Esultanza con le dita rivolte al cielo, dedica a Gelsomino. Al 16° risultato sull’1 a 1.

Al 20° Quaglia riceve sulla sinistra, va sul fondo e crossa per la testa di Macagno che ben appostato mette in rete. Vadese nuovamente in vantaggio: 1 a 2.

Al 22° Macagno reclama sostenendo di aver subito fallo in area, l’arbitro lo ammonisce.

Stegaru ferma a centrocampo una ripartenza di Giacchino: cartellino giallo.

Al 26° Giacchino riceve al limite, si gira con rapidità ma calcia sul fondo.

Al 29° percussione di Macagno sulla destra, chiuso in angolo. Poi il cross dello stesso numero 11 è lungo.

Al 33° Buscaglia dalla lunga distanza prova a sorprendere Provato, che arretra e blocca con sicurezza.

Giacchino conquista una punizione sul vertice sinistro dell’area. Macagno la calcia di potenza: il suo destro piega le mani a Trotta e si infila sotto la traversa. Al 34° la Vadese conduce 1 a 3.

Al 38° Stegaru ha un gesto di stizza e calcia via un pallone dopo un fischio. Fousfos non glielo perdona: cartellino giallo, è il secondo. Calizzano in dieci.

Al 45° Buscaglia tra due avversari riesce ad andare al tiro, Provato blocca il suo sinistro.

A metà partita Vadese in vantaggio 3 a 1.

Secondo tempo. Nel Calizzano in campo Fazzari al posto di Riolfo ad agire sulla corsia di sinistra.

Al 3° Macagno riceve un lancio delle retrovie e in piena area conclude: alto.

Al 5° lungo lancio per Fazzari, Venneri è bravo ad anticiparlo.

Primo cambio tra i vadesi all’8°: Tona per Macagno.

La Vadese gestisce, mister Saltarelli invita ad aumentare un poco il ritmo. Al 12° Cirio prende il posto di Enzi. Azzurrogranata ora col 4-4-2.

Buscaglia subisce un pestone e resta a terra; viene accompagnato fuori. Al suo posto entra Pesce, al 15°.

Al 18° Venneri lancia Giacchino, l’arbitro fischia fuorigioco, il numero 7 prosegue nell’azione, salta Trotta e calcia in rete. Stegaru non gradisce l’episodio e al di là della recinzione lo fa sapere all’arbitro, chiedendo parità di trattamento.

Al 20° Ettore Rasetto avanza per le vie centrali e conclude, a lato.

Al 21° Quaglia verticalizza per Tona che riceve in area e batte Trotta in disperata uscita, con Giacchino ad accompagnare la sfera, senza però toccarla. Gol di Tona e 4 a 1 per la Vadese.

Quattro sostituzioni in contemporanea: entrano Marchi per Rebottaro tra i vadesi; nel Calizzano dentro Borgna, Mao, Canciani, escono Filippo Rasetto, Cantatore, Estorchi.

Al 25° cross dalla sinistra, sponda di Giacchino di testa per Tona che controlla, si volta e conclude a lato.

Al 26° entra Cavalleri al posto di Quaglia.

Al 28° gran palla dalla sinistra di Enrile, Giacchino col sinistro di prima intenzione dal limite scheggia la traversa.

Al 29° torna a farsi vivo il Calizzano: palla filtrante per Loi, Provato gli chiude lo specchio e respinge.

Al 30° in piena area Giacchino tocca sulla sinistra a Enrile che sembra perdere il tempo giusto per il tiro, poi si allunga e di punta infila Trotta. Calizzano 1 Vadese 5.

Al 32° ultimo cambio azzurrogranata: Manzani per Giannone.

Al 41° destro di Borgna, a lato.

L’ultimo quarto d’ora non riserva emozioni. Gli ospiti controllano e non affondano i colpi.

I minuti di recupero sono quattro. Al 46° Fazzari in area conclude due volte, ma prima Venneri e poi Provato respingono.

Al 48° Giacchino recupera un pallone ai venti metri e tutto solo avanza per poi battere il portiere: 1-6.

Ci prova ancora Fazzari, respinto, poi Loi, a lato.

Finisce con la vittoria per 6 a 1 della Vadese che tra due settimane si giocherà il passaggio del turno con l’Oneglia, col vantaggio di poter pareggiare.

Pareggio che fino ad ora la squadra allenata da Saltarelli non ha ancora conosciuto. Cinque partite in campionato, cinque in coppa: dieci vittorie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.