Mareggiata

Ceriale, le onde flagellano costa e spiagge: ingenti danni alle strutture balneari

Il presidente dei bagni marini Silvio De Francesco: "Dobbiamo pensare a misure immediate di difesa per salvare la stagione 2020"

Ceriale nuovamente colpita da un evento meteorologico molto forte, in particolare per la mareggiata che si è abbattuta sul litorale: si contano gia i primi danni alle strutture balneari (cabine, tende, chioschi, dehor).

“Molti colleghi si devono ancora riprendere dai danni della mareggiata del 2018 avendo contratto mutui e finanziamenti per poter svolgere al meglio il proprio lavoro e riparare le strutture” afferma Silvio De Francesco presidente sib. Ceriale.

“Chiediamo la realizzazione di opere a difesa della costa perche difendendo le nostre spiagge difendiamo tutto il paese. Chiederemo un incontro urgente con l’amministrazione comunale e regionale per cominciare a reperire i fondi per un importante ripascimento in vista della stagione 2020 messa a rischio da questo ennesimo ciclone mediterraneo che ha cancellato intere porzioni di spiagge”.

mareggiata ceriale

“Dobbiamo ripensare a nuove soliuzioni, magari non belle esteticamente come possono essere le dighe soffolte fuori acqua, tipo Rimini. Da domani si comincerà con la conta dei danni” conclude il presidente dei bagni marini cerialesi.

E se questa notte non ci sarà un miglioramento si teme il peggio, con l’acqua che potrebbe invadere la passeggiata e creare ancora danni maggiori alla località del ponente savonese. Resta il presidio della protezione civile e l’amministrazione comunale sta monitorando il territorio ed eventuali criticità.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.