IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, la vecchia stazione ferroviaria diventerà una struttura ricettiva foto

L'annuncio alla XVI edizione di Urbanpromo “Progetti per il Paese”

La vecchia stazione di Andora sarà trasformata in struttura ricettiva da 3.000 mq con vicino un edificio per il piccolo commercio da 600 mq. Lo hanno annunciato i responsabili di FS Sistemi intervenuti ieri pomeriggio a Torino alla XVI edizione di Urbanpromo “Progetti per il Paese” che si svolge fino ad oggi nella Nuvola Lavazza.

L’evento torinese presenta le realizzazioni di rigenerazione urbanistica meglio riuscite e i progetti più stimolanti. L’intero progetto della futura pista ciclabile fra Andora e San Lorenzo al Mare è stato presentato ai visitatori di urbanpromo grazie a un grande pannello realizzato da Regione Liguria dove trova spazio anche il futuro assetto urbano disegnato e avviato dall’Ufficio Tecnico Comunale di Andora, guidato dell’Architetto Paolo Ghione.

Il Comune di Andora, invitato ad Urbanpromo e rappresentato a Torino dal sindaco Mauro Demichelis, è stato il primo ad aver aperto il cantiere della pista ciclabile e ad aver definito con FS Sistemi e Ferrovie l’assetto delle aree del vecchio tracciato ferroviario da recuperare e valorizzare.

La riqualificazione del vecchio tracciato ferroviario è stata inoltre presentata ieri pomeriggio in un convegno che ha approfondito il tema della mobilità su reti ciclopedonali.

Norberta Valentino, Responsabile Area Nord Ovest e Massimo Alessandrini, Area Nord Ovest, FS Sistemi Urbani hanno esposto al pubblico tutte le fasi della progettazione attuate e future.

“Quello di Andora è il Comune con cui siamo riusciti a trovare subito un’intesa sullo sviluppo urbanistico: si è pensato a una riqualificazione dell’edificio, dell’ex magazzino merci e dei piccoli edifici annessi. La vecchia stazione di Andora sarà trasformata in una struttura ricettiva da 3000 mq con vicino un locale da 600 mq con destinazione a una piccola attività commerciale – hanno spiegato i responsabili di FS Sistemi, la società incaricata della valorizzazione delle proprietà delle Ferrovie – Andora ha già progettato e sta realizzando con fondi propri il primo tratto di pista e le Ferrovie hanno già messo a disposizione le aree dove stanno realizzando l’opera. Qui a Torino presentiamo il progetto definitivo di tutta l’area. Su questa parte di vecchio tracciato sono state già eliminati binari e traversine” ha detto Massimo Alessandrini, Area Nord Ovest, FS Sistemi Urbani.

“Ci avviamo a un futuro di rinnovamento di queste aree e di dialogo con i territori anche con incontri con i cittadini per presentare i progetti – ha annunciato Norberta Valentino, Responsabile Area Nord Ovest dopo aver esposto al pubblico tutte le fasi della progettazione dell’intera pista e dei 24 chilometri fra Andora e San Lorenzo.

“Intorno a questa opera ci sono grandi aspettative perché le potenzialità di sviluppo urbanistico e turistico sono concrete e ci stiamo lavorando con impegno costante. Apprezziamo quanto fatto da Regione Liguria e Ferrovie per dare nuova vita alle aree dismesse – ha dichiarato Mauro Demichelis – La presenza ad Urbanpromo dà il giusto risalto ad un progetto che vuole fare sistema fra vari enti e fra pubblico e privato”.

Marco Scajola, Assessore all’Urbanistica, Pianificazione territoriale ed Edilizia della Regione Liguria intervenuto ad Urbanpromo ha parlato sul tema “Tra cielo e mare, rigenerazione territoriale e mobilità sostenibile nel ponente ligure” presentando complessivamente il progetto e le varie fasi portate avanti da Regione Liguria. “E’ un esempio di rigenerazione urbana portata avanti da Regione Liguria, Comuni e Ferrovie che attua una mobilità sostenibile nel ponente savonese. A Torino abbiamo presentato un lavoro svolto che ci pone all’avanguardia a livello nazionale nella progettazione e pianificazione delle piste ciclabili” ha dichiarato Scajola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.