IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Allerta rossa LIVE: il savonese è in ginocchio, 100mm nella notte – frana a Marmorassi, famiglie isolate – persone evacuate ad Albisola fotogallery

Problemi con l'acqua potabile a Tovo, chiuse 13 strade provinciali: A10 interrotta

Più informazioni su

LA NOSTRA CRONACA DEL DAY AFTER PROSEGUE A QUESTO LINK: LE SITUAZIONI PIU’ CRITICHE E LA CONTA DEI DANNI

Agg. 9.40: A Ceriale è esondato il rio San Rocco – Il fiume d’acqua ha invaso le zone cittadine del centro, difficile ad ora fare una stima dei danni – LEGGI QUI

Agg ore 9.04 Ad Albenga ci sono allagamenti diffusi. Diverse le zone interessate, quindi il sindaco invita a prestare la massima attenzione, a rispettare le norme di autotutela: si ricorda che è valida fino alla fine dell’allerta l’ordinanza che ha firmato e che prevede di stare lontani dalla battigia. Il Centa al momento non preoccupa mentre i rii e i canali sono al limite. Sono loro adesso i “sorvegliati speciali”.

Agg ore 8.58 Ecco le previsioni meteo per le prossime ore, allerta rossa fino alle 12.oo per i bacini grandi. Si spera in una tregua del maltempo.

Agg ore 8.28 Altre persone isolate nell’entroterra di Savona, a Marmorassi, ancora chiusa la strada per il Santuario.

Agg ore 8.11 Situazione ancora difficile anche per il trasporto pubblico locale.

Agg ore 6.55: Autostrada A10 interrotta.

Agg. ore 6.10: “La viabilità in Provincia di Savona è al collasso“. Lo afferma Luana Isella, consigliere provinciale con delega alla viabilità. CLICCA QUI PER L’ELENCO DELLE STRADE CHIUSE. “E abbiamo ancora delle ore di allerta rossa da affrontare – scrive Isella – Speriamo davvero smetta di piovere”.

Agg. ore 6.00: Situazione critica in atto a Spotorno. “Piogge molto intense dalle 3:30 stanno mettendo in crisi il territorio – spiega il sindaco Mattia Fiorini – Allagamenti in via Foce e nella parte terminale di viale Europa. Chi avesse difficoltà a comunicare con il COC puó usare anche il numero 3408972557. Raccomandiamo di rimanere a casa e di attendere il miglioramento della situazione”.

Agg. ore 5.40: Altri 100 mm nella notte e non accenna a smettere di piovere. Lo scrive Limet: “Il savonese è in ginocchio. Albisola Superiore sott’acqua, esondato in più punti il rio Basco. Ci sono degli sfollati“.

Agg. ore 5.20: sono diverse decine gli interventi in corso da parte dei vigili del fuoco. Per aiutare la caserma di Savona è giunta anche una sezione operativa di colonna mobile da La Spezia: 9 unità operative e 4 automezzi in assetto alluvionale. I vigili del fuoco spezzini sono al momento al lavoro nella zona di Cairo Montenotte.

Agg. ore 5.10: A Celle Ligure al momento centro ancora chiuso per la mareggiata in corso e per il preallarme Ghiare, che, in caso di ulteriori precipitazioni intense, potrebbe far scattare nuovamente l’allarme. A Carcare il livello del Bormida è fortunatamente sceso.

Agg. ore 5.00: a Tovo San Giacomo ci sono problemi con l’acqua potabile. “Ho appena terminato una lunga chiamata con la Prefettura di Savona – spiega il vicesindaco, Luigi Barlocco – per chiedere il loro intervento nei confronti del Gestore Unico dell’Acquedotto Potabile, affinché faccia uscire una squadra che prenda in esame la situazione di Tovo San Giacomo. Ho spiegato la gravità della situazione in tutti i suoi aspetti. L’evento alluvionale in corso è di carattere del tutto eccezionale ma senza una verifica presso gli impianti non è possibile stabilire le cause della carenza idrica e definire le azioni necessarie. Ritengo che i tempi di intervento – in ogni caso – non saranno brevi“.

Agg. ore 4.20: Continua a piovere incessantemente da più di 36 ore. Ad Albisola Superiore il Rio Basco ha laminato oltre i muri d’argine e le tavole di contenimento dal guado del ponte medievale. Il Sansobbia riesce a scaricare ancora nel mare. Continuano i sopralluoghi e le ronde in giro per la città e le frazioni da parte della Protezione Civile e della Polizia Municipale a seguito delle segnalazioni che arrivano al Centro Operativo Intercomunale dove sindaco e assessori monitorano e coordinano gli interventi. Situazione in peggioramento.

Agg. ore 3.40: tornano ad essere transitabili Vispa e la strada di Cadibona. Ancora chiuso il sottopasso ferroviario di San Giuseppe di Cairo, si passa dalla variante di Vispa per raggiungere Cairo Montenotte e Dego. Utilizzabile anche l’autostrada A6.

Agg. ore 3.20: continuano le frane in tutta la provincia. Tra l’una e le tre di notte smottamenti alle Manie, a Bergeggi e a Capo Santo Spirito – CLICCA QUI per i dettagli. Per quanto riguarda i corsi d’acqua la situazione più critica sembra essere quella di Albisola Superiore, dove il Basco è esondato in due punti e il Sansobbia è al livello di guardia; evacuate diverse persone per frane e smottamenti che hanno interessato le abitazioni. “Neanche nel 1992 ad Albisola si erano visti raggiungere questi livelli – ha detto il sindaco Maurizio Garbarini – l’acqua non sta più da nessuna parte. Speriamo che ci sia un’attenuazione del fenomeno o non oso immaginare cosa dovremo affrontare domani mattina“. “Pioggia, smottamenti, frane, esondazioni, fughe di gas – elenca su Facebook il vicesindaco Gambetta – sta succedendo di tutto… ma non si molla”.

Agg. ore 2.30: le precipitazioni hanno riacquistato intensità. Riferisce Arpal: “Persistono piogge diffuse su tutta la regione con intensità oraria generalmente tra debole e moderata. Nelle ultime ore una linea di rovesci più organizzati ha insistito sul savonese orientale con precipitazioni forti o localmente molto forti (44 mm/1h a Sanda, 76 mm/3h ad Alpicella). I venti soffiano tra deboli e moderati dai quadranti settentrionali a Ponente, mentre a Levante il flusso da Sud-Est si è parzialmente attenuato nelle ultime ore pur mantenendosi tra moderato e forte (raffica massima 85 km/h a Corniolo alle 00:40). Il mare si mantiene agitato con onda in allungamento da Sud, Sud-Est e mareggiate sulle coste esposte. Al momento la situazione più critica appare quella che si sta verificando tra il ponente genovese e il savonese ed i loro rispettivi entroterra dove non si escludono innalzamenti anche repentini con possibili allagamenti diffusi”.

Agg. ore 2.00: la pioggia sembra essere diminuita di intensità un po’ ovunque, ma la situazione delle strade è sempre critica. Secondo quanto riferito dal sindaco di Cosseria Roberto Molinaro questa notte all’1.30 risultavano chiuse 13 strade provinciali.

Agg. 00.25 SAVONA, PONTI RIAPERTI (QUI i dettagli)

Agg. 00.24 SAVONA. È chiusa per una frana la strada in via del Santuario. In via Molinero l’omonimo rio è esondato, provocando allagamenti, segnalati anche in via. Venti Settembre e in zona Legino. 4 persone evacuate in via precauzionale.

Agg. 00.17 PIETRA L. Il livello del torrente Maremola è sceso, ma la pioggia è ancora insistente

Allerta meteo rossa 23 novembre nel savonese

Agg. 00.12 LOANO. Probabile intossicazione da monossido di carbonio, grave al Santa Corona (clicca QUI per leggere la notizia)

QUI LA CRONACA DEL 23 NOVEMBRE 2019

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.