IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Albenga in… Cultura”, una giornata dedicata al sapere per i ragazzi di terza media

Cinque ore dedicate a storia, teatro, enigmistica, mondo sportivo e musica

Più informazioni su

Albenga. Docere, delectare, movere: insegnare, divertire, commuovere. Questi erano per Cicerone i compiti dell’oratore e questi sono anche gli intendimenti di “Albenga in… cultura”, manifestazione che il Liceo “Giordano Bruno” di Albenga organizza per venerdì 8 novembre.

Sarà la prima edizione dell’evento, che, facendo una sintesi di esperienze già avviate e prossimamente ripetute (Albenga in Scienza, Albenga in Lingua, Notte Nazionale del Liceo Classico), darà vita a una giornata durante la quale i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado potranno avvicinarsi al sapere e alla cultura in tutte le loro sfaccettature. “L’approccio sarà laboratoriale – spiega la dirigente Simonetta Barile – per cui i partecipanti saranno i veri protagonisti e verranno coinvolti in prima persona nelle diverse attività, che toccheranno tutti gli ambiti in cui sono attivi gli indirizzi del liceo”.

Storie d’amore antiche; elezioni simulate nell’Atene classica; costruzione di una scenografia; applicazioni scientifiche; spettacoli in lingua straniera; analisi culturali del mondo sportivo; giochi enigmistici; esercizi musicali: questi saranno solo alcune delle pietanze offerte per il lauto “pranzo intellettuale” che attende i giovani partecipanti, iscritti in numero assai ampio e provenienti da un grande ventaglio di scuole.

Una proposta che si articolerà su un programma di circa 5 ore, da svolgersi durante la mattinata o con eventuale prosecuzione nel primo pomeriggio. Per le classi che ne hanno fatto richiesta, sarà possibile inoltre visitare uno o più musei di Albenga a prezzo agevolato. Saranno predisposte alcune aree per il parcheggio degli eventuali pullman e per la pausa pranzo.

Trattandosi della prima edizione la proposta è rivolta agli alunni delle classi terze, “con la speranza – conclude Barile – di poterla estendere nei prossimi anni anche alle altre classi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.