IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, i Verdi: “Lo sviluppo sostenibile delle attività agricole è un fatto culturale”

È l'analisi di Gabriello Castellazzi, portavoce dei Verdi della provincia di Savona

Più informazioni su

Albenga. “Lo sviluppo sostenibile delle attività agricole nel ponente savonese passa anche attraverso la valorizzazione dei prodotti di pregio ed il recupero delle aree abbandonate, i cosiddetti terreni marginali”. A comunicarlo, in una nota, sono i Verdi savonesi, che attraverso le parole del portavoce savonese Gabriello Castellazzi tracciano un’analisi sugli approcci ecosostenibili legati al mondo dell’agricoltura.

Spiegano i Verdi: “Nell’area albenganese l’olio, il vino, gli ortaggi (carciofo, asparago violetto, ecc.), le piante officinali e i fiori sono colture che hanno una vocazione naturale per entrare in sinergia con l’economia turistica e creare lavoro stabile a beneficio di entrambi i settori. Ma l’evoluzione equilibrata e sana dell’agricoltura, unitamente a quel risanamento ambientale che impedisce il dissesto idrogeologico, passa obbligatoriamente attraverso un processo di conoscenza, quindi un fatto culturale. Per questo è importante associare l’agricoltura all’agri-cultura, riconoscendo il valore di tante nuove iniziative che si stanno affermando in Liguria come in altre regioni, dal Piemonte alle Puglie”.

“Nell’albenganese, dopo dieci anni di attività, si è consolidato il festival “Terreni Creativi”, grazie alla collaborazione tra  importanti aziende agricole della piana e la Compagnia “Kronoteatro” – spiega Castellazzi – un modo intelligente per coniugare temi vitali a  cavallo tra economia ed ecologia. Spettacoli sull’ambiente che auspichiamo possano continuare nelle prossime stagioni per sensibilizzare i cittadini e ottenere ricadute economiche concrete. Dopo oltre cento anni un messaggio ancora attualissimo, che attraverso il teatro mette insieme natura e cultura, lo ritroviamo in “Zio Vanja” di Anton Cechov : ‘Quando cammino nelle foreste che io ho salvato dalla distruzione, o quando sento stormire il giovane bosco che ho piantato, sento che il clima è un po’ anche nelle mie mani, che se tra mille anni l’uomo sarà felice, lo dovrà un po’ anche a me’. Oggi, dopo più di un secolo, non potrebbe essere questo un messaggio dei ‘ragazzi di Greta’?”.

Continua Castellazzi: “E’ inoltre un fatto culturale riconoscere le grandi possibilità di sviluppo delle coltivazioni biologiche (grande opportunità per l’agricoltura ingauna) per un sano consumo di prodotti a km. zero. Per questo alcuni importanti produttori del biologico partecipano al progetto. Non tutti sanno che la frutta di importazione, principalmente quella trasportata in containers, viene trattata con prodotti antimuffa quali l’ “imazalil”: “Cancerogeno probabile” secondo l’Environmental Protection Agency. Per questo sui contenitori è scritto “buccia non edibile”. Bisogna quindi leggere con molta attenzione le etichette che indicano la provenienza dell’ortofrutta. Dobbiamo registrare che le statistiche dicano come una parte della popolazione non conosca il significato del termine ‘edibile'”.

Concludono i Verdi savonesi: “E’ da rilevare infine che l’utilizzo sostenibile del territorio ligure non passa solamente attraverso l’agricoltura biologica. E’ necessario azzerare quel pericoloso consumo di suolo che danneggia l’ambiente. Bisogna promuovere in alternativa il recupero degli edifici esistenti (strutture antisismiche, risparmio energetico,ecc.), rilanciando l’attività edilizia e fermando il dissesto idrogeologico in questo periodo drammatico di cambiamenti climatici. Ma tutto potrà avvenire solamente attraverso un processo culturale che diventi consapevolezza e sentire comune”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.