IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, il tribunale respinge il ricorso: confermata la sospensione da sindaco per Melgrati

Melgrati incontrerà il suo legale Vazio e insieme decideranno la nuova strategia da adottare

Alassio. “Non credo che oggi cambierà qualcosa. Ma io so in coscienza di essere a posto. E prima o poi lo dimostrerò”, aveva scritto solo pochi giorni fa Marco Melgrati sulla sua pagina Facebook. Un presentimento negativo in relazione all’udienza che avrebbe dovuto finalmente fornire il responso sul ricorso per la sospensione presentato dal sindaco-sospeso di Alassio Marco Melgrati, affiancato dal suo legale Franco Vazio.

Esito che, dopo la decisione del giudice Acquarone di riservarsi di riferire agli altri giudici del collegio, è arrivato questa mattina. Ed è stato negativo come preannunciato, suo malgrado, dallo stesso Melgrati.

Il ricorso è stato respinto e la sospensione per 18 mesi dalla carica di sindaco è stata confermata. Nelle prossime ore Melgrati incontrerà il suo legale, l’avvocato Franco Vazio, e solo al termine del faccia a faccia saranno resi noti i prossimi passi che il sindaco-sospeso muoverà per tentare nuovamente di ritornare in sella.

Quello che è certo è che ai 18 mesi di sospensione se ne aggiungerebbero altri 12 in caso di conferma della condanna da parte della Corte di Appello, e poi con conseguente decadenza dell’intera giunta comunale e nuove elezioni nel caso di conferma della condanna da parte della Cassazione.

La “Legge Severino” era scattata nei confronti di Melgrati in seguito alla condanna a 2 anni, 11 mesi e 15 giorni nell’ambito del processo “Spese Pazze” in Regione.

Lo scorso 19 luglio era stata già respinta la richiesta di sospensiva avanzata da Melgrati, assistito dal legale Vazio, che avevano sollevato dubbi sulla legittimità della norma. Di diverso avviso, però, il Collegio del Tribunale di Savona, secondo il quale “la legge Severino è già stata sottoposta al vaglio di legittimità costituzionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.