IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Varazze nessun vigile all’ingresso della scuola dell’infanzia: rammarico del consigliere Buzzo

"Il servizio non può essere effettuato in ragione dell’ampio intervallo di tempo, ma al pomeriggio lo stesso verrà fornito in modo sporadico"

Varazze. Il sindaco Alessandro Bozzano, attraverso le parole del comandante della polizia locale varazzina, ha risposto all’interrogazione del consigliere comunale Paola Buzzo del gruppo consigliare “Vola Varazze”, che aveva posto all’amministrazione in merito alla “mancata presenza dei vigili per sorvegliare l’ingresso e l’uscita di fronte alla scuola dell’infanzia di Varazze”.

Viene riferito che “il servizio all’ingresso non può essere effettuato in ragione dell’ampio intervallo di tempo e che al pomeriggio verrà fornito in modo sporadico in base alle disponibilità del personale”.

Buzzo, in occasione, esprime: “È evidente che questa non è la risposta che auspicavamo e che sicuramente aspettavano i genitori. La sorveglianza davanti alla scuola primaria viene quotidianamente garantita e siccome gli orari non coincidono, lo stesso personale potrebbe sorvegliare quantomeno l’uscita di via Quartini”.

“Inoltre, il capo dei vigili sottolinea che via Baglietto, stante la bassa incidenza di infortuni stradali, non viene considerata pericolosa. Le situazioni di pericolosità che fortunatamente non si sono concretizzate in veri e propri incidenti sono state valutate e vissute da chi frequenta quella zona della città e dai genitori dell’utenza che proprio in base a ciò hanno effettuato la loro richiesta. È superfluo che nella risposta che ci è stata data si sottolinei che la responsabilità dei minori ricade su chi esercita la potestà genitoriale; questo è chiaro ed evidente ma non serve a evitare possibili situazioni di rischio”.

Il consigliere di Vola Varazze fa un ultimo appello: “Il nostro gruppo aveva inoltre proposto di intensificare la segnaletica luminosa in prossimità dell’attraversamento e di posizionare bande orizzontali a vibrazione per rimarcare la necessità di rallentare, chiediamo nuovamente al sindaco di prendere in considerazione tali possibilità proprio in relazione al fatto che la strada è comunale e non provinciale”.

“Le richieste che parlano di sicurezza per i nostri bambini non vanno mai sottovalutate, sarà nostro compito tenere ancora alta l’attenzione e lavorare per trovare una soluzione adeguata” conclude Buzzo.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.