IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Mioglia, dopo 25 anni è tornata la finale nazionale Federcaccia del Trofeo Sant’Uberto

L'assessore Mai: "Complimenti ai vincitori e al presidente Andrea Campanile, che ha organizzato magistralmente una manifestazione di portata nazionale"

Mioglia. Dopo 25 anni è ritornata in Liguria la finale nazionale Federcaccia del trofeo Sant’Uberto.

Le prove hanno avuto luogo nei giorni 9 e 10 novembre e si sono tenute nei territori di Mioglia e Pareto, all’interno delle aziende faunistiche Miogliese e Montacuto.

A sfidarsi per il 51° campionato italiano sono stati 124 concorrenti provenienti da tutta Italia: 42 nella categoria “Assoluti”, 32 nella categoria “Veterani”, 33 “Under 30” e 17 nella categoria “Donne”.

Si è aggiudicato il titolo per la categoria Assoluti il lombardo Norman Rota, con un springer spaniel inglese. Secondo e terzo posto sono andati al Vento. Per la categoria Under 30 ha vinto il veneto Matteo Frigato, con cane da ferma tedesco a pelo corto. Il secondo e terzo posto sono andati rispettivamente a Lombardia e Abruzzo. Nella categoria Donne ha avuto la meglio la lombarda Rebecca Tenconi, con uno spinone italiano, seguita da atlete di Emilia Romagna e Piemonte. Mentre nella categoria Veterani l’ha spuntata il lombardo Giancarlo Arrighi, con springer spaniel inglese, il secondo posto è andato alla Sardegna, mentre il terzo posto è andato alla Liguria con Giampiero Cavanna, con Dem (setter inglese).

Al Trofeo Sant’Uberto, si è svolto contestualmente anche l’ottavo Campionato Italiano Sant’Uberto Avancarica.

Da diversi anni, infatti, in concomitanza con la finale nazionale del Campionato Italiano Sant’Uberto Individuali, si svolge la Finale della specialità “Avancarica”, ossia con armi dove il colpo si inserisce dalla cima della canna.

La manifestazione, organizzata in collaborazione con il club Avancarica “Ars Venandi” di Lavagna, con il suo delegato Francesco Levaggi, ha visto primeggiare per la categoria Assoluti, i liguri Giacomo Mangiante, con Genny (setter inglese), seguito da Marco Albanese, con Lerry (epagneul breton) e al terzo posto da Luigi Giacomo Ponte, con Siria (griffon korthal).

Per la categoria Juniores si è aggiudicato il titolo il piemontese Stefano Ferrero, con un epagneul breton, seguito dal ligure Davide Pastorino, con Lux (springer spaniel).

In occasione, l’assessore regionale alla caccia Stefano Mai dichiara: “Domenica ho potuto visitare il campo gara e assistere alla sfida dei giovani, in un territorio bellissimo. I miei complimenti a tutti i vincitori e in particolare a Federcaccia Liguria e al suo presidente Andrea Campanile, che hanno saputo organizzare magistralmente una manifestazione di portata nazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.