IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - Stile Savonese

Vi presento i protagonisti della Biennale Bastapoco: 731 giorni di arte, ironia e solidarietà

"Stile Savonese" è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia

Più informazioni su

La Biennale Bastapoco, che si è tenuta venerdì 11 ottobre in Piazza Rossi ad Albenga,  ha rappresentato un evento unico nel suo genere, che mi ha toccato anche personalmente.
L’ho vissuto quindi con particolare coinvolgimento: una sorta di gioco molto divertente e allo stesso tempo serissimo in cui la Onlus Bastapoco ha presentato un solo calendario per due anni.

Ha puntato sul tema “green”, molto sentito giustamente, ma non solo. Infatti, oltre ad essere ecologico, perché realizzato con un’altissima parte di fibra riciclata,  è anche economico, perché compri un solo calendario per 2020 e 2021, ed eco-sociale, perché tutti i proventi saranno reinvestiti sul nostro territorio.
Bastapoco Onlus, come noto, è un’associazione di volontari con sede ad Albenga che si occupa di assistere i malati oncologici a domicilio.
Non solo, negli ultimi anni infatti si sta dedicando anche a progetti collaterali che coinvolgono i bambini che purtroppo vengono toccati dalla terribile malattia e le loro famiglie, in collaborazione con il Progetto Giada.

Ma perché “La Biennale”? Se non siete stati all’evento di venerdì 11 ottobre, può sembrare strano questo nome così importante, che evoca arte di un certo livello. Effettivamente è stata rappresentata l’arte, ma alla maniera di Bastapoco, cioè miscelando ironia e talento,  attraverso diverse forme: con le meravigliose fotografie del Circolo Fotografico San Giorgio, rappresentato sul palco dal suo presidente Paolo Tavaroli, con trucco e travestimenti e chiamando in causa pittori con opere famose in tutto il mondo e attori protagonisti di cult movies.

Il calendario presentato da Bastapoco nel corso della serata propone infatti per il 2020 opere d’arte famose e per il 2021 cult movies, reinterpretati da tanti volti noti di Albenga, che si sono prestati con grande spirito ironico per una buona causa. Così ciò che vediamo sul calendario Bastapoco 2020-2021, venerdì sera è stato riproposto in versione live in Piazza Rossi ad Albenga, dove all’interno della Chiesa dei frati Martini si potevano ammirare le opere d’arte viventi, mentre in giro per tutta la piazza era possibile incontrare gli “attori” dei cult movies e scattare con loro foto nella selfie machine installata grazie a SPX Lab e alla ME.

La Biennale Bastapoco, unica nel suo genere, è rimasta live per una sola ora, ma possiamo vedere e rivedere tutti i fantastici protagonisti per i prossimi 731 giorni acquistando il particolarissimo calendario.

Questo vernissage è stato presentato da me, che ho fatto uno sforzo enorme per salire sul palco di Piazza Rossi, vista la mia propensione a lavorare dietro le quinte, senza mai avere un ruolo così visibile.

Ho pensato però che tante persone, anche molto conosciute, si sono messe in gioco parecchio più di me, travestendosi e truccandosi per impersonare opere e film; ho pensato che moltissimi volontari hanno lavorato per giorni alla realizzazione di questo grande evento e, non ultimo, la causa ha una tale nobiltà, un livello così alto di importanza, che io non sono davvero nessuno per non accettare la sfida e passare sopra i miei timori e le mie insicurezze.

Così ho presentato il Sindaco di Albenga, che ci ha onorato con la sua presenza e collaborazione, Paolo Tavaroli, presidente del Circolo Fotografico San Giorgio che ha rappresentato tutti i bravissimi fotografi che hanno realizzato gli scatti, Marco Ghini, presidente di Bastapoco Onlus e il tenore Mattia Pelosi, accompagnato  dal Maestro Nicolas Tagliatini, che ci hanno incantato con una splendida performance.

Ho anche elencato in totale trasparenza ciò che è stato possibile realizzare con le offerte ricevute durante l’anno, con i 365 di solidarietà di coloro che supportano Bastapoco, compresi i 10.000 euro che sono stati accantonati per la realizzazione di un Hospice ad Albenga, un sogno che piano piano prende forma.

E poi via, si sono aperte le porte della Chiesa dei Frati Martini e la “Biennale 731 giorni d’arte” live ha preso l’avvio ed è proseguita con la musica di dj Giallo. Una bellissima festa che è stata possibile grazie a tutti i volontari, ai sostenitori e a chi davvero ci ha messo la faccia. Li voglio elencare tutti.

Per le opere d’arte:
Maurizio Colombo  – Urlo, Edvard Munch, foto P. Tavaroli
Aurora Grazia Natale – Buste de femme avec chapeau, Pablo Picasso, foto A. Cantanna
Giorgio Brunengo – Autoritratto con cappello di feltro grigio, Vincent van Gogh, foto P. Tavaroli
Cristina Petrozzi – Autoritratto, Frida Kahlo, foto P. Tavaroli
Marco Manfredini – Il figlio dell’uomo, René Magritte, foto R. Baio
Vanessa Zilli e Marco Ghini – La Giuditta, Gustav Klimt, foto P. Tavaroli
Bruno Robello De Filippis – Il Bevitore, Teomondo Scrofalo, foto P. Tavaroli
Corrado Parodi – Imperatore Rodolfo II in veste di Vertumno, Giuseppe Arcimboldo, foto R. Baio
Salvatore Salsano – Bacco adolescente, Michelangelo Merisi da Caravaggio, foto A. Negri
Gabriele Noberasco – Giuseppe Verdi, Giovanni Boldini, foto A. Cantanna
Martina Presbulgo – La dama con l’ermellino, Leonardo da Vinci, foto D. Gravano
Elena Macciò – La dama con turbante, Vermeer, foto D. Gravano

Per i cult movies:
Gianni Sommariva e Andrea Tomatis – The Blues Brothers, foto D. Nebbia
Lorenzo Ciuni, Raffaele Esposito, Nico Lo Bello, Mauro Romano – Arancia meccanica, foto P. Tavaroli
Leopoldo Baruchello – Ladri di biciclette, foto P. Tavaroli
Giuseppe Berra, Angelo Bruzzone, Angelo Bruzzone, Francesca Bruzzone, Marco Capello e Nicola Viola – E.T. l’extraterrestre, foto C. Scola
Carlo Alberto e Alessandra Zarrillo – Ghost, foto P. Tavaroli
Luca Bogliano e Marco Ghini – Star Wars, foto D. Dal Santo
Christian Vannozzi e Chiara Zunino – Easy Rider, foto F. Arnaldi
Delfina Riva, Stefano Lo Sardo, Marco Vollero – La dolce vita, foto S. Maccari
Simona Scola – Frankenstein Junior, foto C. Scola
Carlo Cangiano – Forrest Gump, foto F. Pelle
Alessandro Borea – Shining, foto P. Tavaroli
Rossano Giallombardo – Un americano a Roma, foto M. Galeotti

Trucco realizzato da Rita Fazzari e Simona Scola.

Il bellissimo calendario è in vendita contattando Bastapoco Onlus, che utilizzerà l’intero ricavato, come sempre, per aiutare chi soffre. Acquistatelo per due meravigliosi anni di arte, sorrisi e solidarietà.

“Stile Savonese” è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia. Ogni settimana una passeggiata tra le vetrine dei negozi della nostra provincia, a caccia di novità: un “viaggio” tra le tendenze savonesi a livello di moda, bellezza o arredamento, ma anche tra proposte come gite, corsi o spettacoli a teatro. Clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.