Tutto esaurito per il "debutto" di Italia Viva nel savonese, molti volti noti ex PD pronti ad andare alla Leopolda - IVG.it
Prima volta

Tutto esaurito per il “debutto” di Italia Viva nel savonese, molti volti noti ex PD pronti ad andare alla Leopolda fotogallery video

La prima uscita pubblica nel savonese alla vigilia della Leopolda che sancirà il debutto della nuova creatura politica di Matteo Renzi

Pietra Ligure. “Non si sa ancora se Italia viva si presenterà o meno alle prossime regionali, ma se si inizia a dialogare fin d’ora, sarà più semplice costruire una coalizione equilibrata”.

Lo ha detto la deputata Raffaella Paita a margine della presentazione a Pietra Ligure dei comitati che sostengono Italia Viva. “Toti non ha rispettato le promesse elettorali: in questi 5 anni le infrastrutture non sono cambiate, la sanità è allo sbando e l’economia non è in un buono stato. Per questo non penso a prendermi una rivincita, ma a collaborare per poter tornare a governare la Regione”.

Oggi alla presentazione del partito, che conta 65 comitati in tutta la Liguria. Nella affollatissima sala consiliare del comune di Pietra Ligure erano presenti oltre a Paita tra gli altri i parlamentari Roberto Giachetti e Luciano Nobili, l’ex segretario provinciale del Pd Genovese Victor Rasetto, l’ex capogruppo in Regione Nino Miceli, i sindaci De Vincenzi e Frascherelli, oltre ad un nutrito gruppo di ex, o quasi, iscritti al Pd come Luca Martino, Barbara Pasquali, Danja Stocca, Paolo Fontana, Livia Macciò e molti altri simpatizzanti del partito Democratico e ora pronti a sostenere Italia Viva.

Italia viva si presenta nel savonese

“Dal punto di vista programmatico, sapremo farci ascoltare perché parleremo di problemi che riguardano il territorio – aggiunge la deputata ed ex candidata alle Regionali – con una certa conoscenza e consapevolezza. Non vogliamo essere un elemento di fibrillazione all’interno della maggioranza. E’ il nostro primario obiettivo come centrosinistra, ma le iniziative per costruire l’alleanza devono essere fatte partendo dal punto di vista programmatico di tutti”.

Per Paita “l’unità va costruita con il piede giusto, ovvero iniziando a discutere tutti insieme. Non ripetiamo gli errori del passato, quando si è lavorato per dividere. Noi lavoriamo per unire ma bisogna trovare un tavolo di discussione sui contenuti. Non ci interessano le poltrone ma parlare dei temi cari ai liguri”.

“Una forma di presenza alle amministrative la troveremo sicuramente – ha detto il parlamentare di Italia Viva Roberto Giachetti – poi quale sarà lo stabiliremo nel tempo però ci stiamo strutturando. La cosa più importante in questo momento credo che sia evitare che tutto questo entusiasmo si disperda e la Leopolda sarà il momento fondamentale perché sarà lo start di tutta la parte organizzativa del partito”.

A proposito dei rapporti con il M5S Giachetti ha spiegato: “In qualunque coalizione ci deve essere un dialogo tra le forze politiche e poi bisogna trovare una sintesi. Ovviamente ci sono tante tematiche che non riguardano solo le infrastrutture e io penso che il modo sia quello di discutere e trovare un momento di sintesi, ma soprattutto di fare delle valutazioni sulla base dell’avanzamento dei lavori”.

leggi anche
  • Nuovo corso
    Italia Viva lancia la sfida: “Non vogliamo prendere al PD, ma creare qualcosa di nuovo”
    Italia viva si presenta nel savonese
  • Si parte
    A Pietra Ligure l’esordio savonese di “Italia Viva”: lunedì incontro con i parlamentari che hanno scelto Renzi
    Matteo Renzi danja stocca
  • Decisione
    Pd, il capogruppo Barbara Pasquali lascia e approda con Renzi: “Scelta di coerenza, pronta alla sfida per un nuovo centrosinistra”
    Barbara Pasquali
  • Doppio annuncio
    I segretari PD di Loano e Finale si dimettono per aderire a Italia Viva
    Italia viva si presenta nel savonese

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.