IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Smog, Coldiretti: “Per rendere le città liguri più pulite, va confermato il bonus verde in manovra”

Il commento alla luce del rapporto annuale sulla qualità dell'aria dell'agenzia europea per l'ambiente (Aea)

Provincia. “Misure restrittive per controllare il traffico e la pioggia sono dei palliativi ma, per un’efficace lotta allo smog va confermato in manovra il bonus verde, in modo da favorire con le detrazioni fiscali la diffusione di parchi e giardini in città e per permettere anche al capoluogo ligure di risalire la classifica delle città verdi”.

È quanto afferma Coldiretti Liguria nel commentare il rapporto annuale sulla qualità dell’aria dall’agenzia europea per l’ambiente (Aea) che fa rientrare l’Italia nel gruppo di quelli che sforano sistematicamente i limiti di legge per i principali inquinanti atmosferici. A favorire lo smog nelle città è l’effetto combinato dei cambiamenti climatici, del traffico e della ridotta disponibilità di spazi verdi che nel capoluogo ligure scendono addirittura al 6,3 mq a persona contro la media nazionale di 31 metri quadrati per abitante.

Il bonus prevede attualmente una detrazione ai fini Irpef nella misura del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti, di unità immobiliari, pertinenze o recinzioni (giardini, terrazze), per la realizzazione di impianti di irrigazione, pozzi, coperture a verde e giardini pensili. Una misura utile a qualificare le aree urbane ma anche a ridurre l’impatto degli inquinanti nelle città che è quindi strategica per sostenere il Green New Deal del governo.

“Di fronte all’evidente cambiamento del clima in atto anche nella nostra regione – affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa – non si può continuare a rincorrere le emergenze, ma bisogna intervenire in modo strutturale favorendo nelle città la diffusione del verde pubblico e privato, considerando che una pianta adulta è capace di catturare dall’aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili e un ettaro di piante elimina circa 20 chili di polveri e smog in un anno. Il verde urbano non deve essere visto come una scelta strategica per migliorare la qualità della vita, pensando al benessere e alla salute di tutti: la vivibilità di una città e la qualità della vita che ne deriva, dipendono necessariamente anche dalla salubrità dell’aria. A riguardo il bonus verde è’ uno strumento utile a ridurre l’impatto degli inquinanti nelle città e offre un importante sostegno al settore florovivaistico ligure, settore cardine dell’economia regionale concentrato prevalentemente nel ponente ligure, che può fornire tutte le piante necessarie a ripulire le nostre città, partendo dal capoluogo regionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.