IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scomparsa di Franca Cappelluto, tantissimi i messaggi di cordoglio e vicinanza

“Punto di riferimento del settore turistico savonese. Una perdita enorme per tutto il territorio”

Loano. La notizia della scomparsa di Franca Roveraro Cappelluto, 73 anni, storica proprietaria del residence Loano 2 Village di via degli Alpini di Loano e figura di riferimento del settore imprenditoriale, ha segnato l’inter provincia.

A testimoniarlo i numerosissimi messaggi di cordoglio e vicinanza, scritti da personaggi di spicco del mondo dell’imprenditoria, nel mondo associazionistico e politico.

Gianni Berrino assessore regionale al turismo, dichiara: “A nome mio e del settore turismo della Regione esprimo con grande dolore il cordoglio per la scomparsa di Franca Cappelluto, un’imprenditrice e presidente degli albergatori che ha sempre messo il turismo e lo sviluppo del suo territorio come priorità. Savona e provincia perde un punto di riferimento di grande spessore”.

Questa la nota di Filcams Cgil di Savona scritta da Cristiano Ghiglia: “Non possiamo che esprimere il profondo cordoglio e le più sentite condoglianze per la scomparsa di Franca Cappelluto. La storica imprenditrice loanese, punto di riferimento del settore turistico savonese e corretta controparte sempre disponibile al confronto sui percorsi formativi dei lavoratori, ci lascerà il ricordo del suo pensare e agire sempre innovativo e di prospettiva”.

Una nota cui fa seguito quella di Assoutenti, per voce di Gian Luigi Taboga: “La perdita di Franca Roveraro lascia un grande vuoto non solo nel mondo imprenditoriale ma in particolare nella grande cerchia di amicizie della quale si è sempre saputa circondare. Nonostante la sua ascesa non ha mai dimenticato coloro con i quali ha condiviso i passaggi più significativi della sua vita intensa e costruttiva”.

“Dalla realtà di una Borghetto dove ci si conosceva tutti e si condividevano gioie e dolori senza distinzioni di appartenenza a ceti diversi e ai grandi risultati come imprenditrice di particolare successo, Franca si è sempre ricordata anche  degli amici di un tempo aiutandoli quando e come poteva. Franca ha creato tanti posti di lavoro e ha sempre trattato i dipendenti con fermezza ma anche con grande magnanimità riuscendo a circondarsi di simpatia e ammirazione”.

“Mi era stato riferito un episodio significativo accaduto anni fa nella struttura alberghiera di Loano e che vorrei raccontare: in occasione di una festività alcuni dipendenti aveva furtivamente sottratto dalla dispensa e stappato per un brindisi in allegria una bottiglia di normalissimo spumante, Franca, che occasionalmente passava, senza scomporsi o indignarsi fece portare una bottiglia di prezioso champagne e brindò con loro dicendo che l’occasione era propizia per festeggiare assieme a loro con un vino di qualità piuttosto con uno dozzinale”.

“Un risultato straordinario di indiscussa signorilità. Per meglio garantire accoglienza, e assistenza ai suoi clienti ha sempre collaborato con Assoutenti condividendone gli obiettivi e le finalità. Pur essendo oberata di lavoro a sempre personalmente assistito la sua  carissima mamma fino alla fine. Cara Franca un abbraccio da parte mia e di tutti gli amici che a Borghetto ti ricordano con tanto affetto”, ha concluso.

I colleghi ed amici albergatori di Federalberghi esprimono “sincero e commosso cordoglio alla famiglia Roveraro Cappelluto per la perdita di Franca. La provincia di Savona perde oggi una tra le figure professionali d’eccellenza della storia dell’ospitalità ligure”.

“Momento di estrema tristezza… Dolore e commozione, difficile davvero commentare la perdita di una donna così eccezionale, – queste le parole del presidente provinciale degli albergatori Angelo Berlangieri. – I miei sentimenti oggi non sono solo legati al rapporto associativo, istituzionale ed imprenditoriale… Con Franca ho vissuto tanti anni di amicizia, abbiamo fatto un percorso di vita comune, una donna elegante, intelligente, mai sopra le righe, tuttavia di grande spessore, come poche, decisa e risoluta”.

“Una grave perdita per tutto il turismo savonese, per il mondo alberghiero e ricettivo in particolare. Vogliamo ricordarla come una donna d’avanguardia, di prospettiva, lungimirante, sempre pronta a guardare avanti, portando innovazioni di lungo periodo per il nostro settore: per me è sempre stata un esempio da seguire”.

“Non posso non evidenziare il nostro rapporto umano e di amicizia, che si è consolidato e rafforzato nel tempo: sempre disponibile e sempre pronta al dialogo, al confronto, a darti un suggerimento o un aiuto nel momento del bisogno: in questo giorno di dolore e tristezza le voglio dire un grazie di cuore a livello personale e per tutto quello che ha fatto per il settore turistico e alberghiero, sperando di poter proseguire con il suo insegnamento” conclude Berlangieri.

Per il direttore dell’Unione Albergatori, Carlo Scrivano, ecco le sue parole rilasciate a Svolta.net (il portale dell’Unione Industriali): “Guidava il più grande albergo della Liguria, ma era amata da tutti. Ho visto fare da Franca gesti di un’umanità fuori dal comune. Parlava allo stesso modo con potenti e umili. Sempre positiva, aveva una rara capacità d’ascolto che mancherà a tutti noi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.