IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, inaugurato oggi il bookshop-biglietteria della Cappella Sistina foto

Il complesso ha ottenuto il finanziamento della Compagnia di San Paolo

Più informazioni su

Savona. Nel pomeriggio di oggi si è svolta cerimonia di inaugurazione del bookshop-biglietteria all’interno del complesso della Cattedrale di Savona con numerose persone che non hanno voluto mancare a questo importante appuntamento, fra loro anche diverse autorità: oltre al vescovo, al sindaco e al Vicario generale don Angelo Magnano, il Prefetto Antonio Cananà, il Questore Giannina Roatta e il Comandante della Guardia di Finanza colonnello Giovanni Palma.

Dopo una preghiera iniziale e la benedizione da parte del vescovo Calogero Marino dell’insegna col logo del polo culturale, posta sul cancello d’ingresso del chiostro della Sistina, ci si è recati presso la nuova struttura ed è stato proprio il presule a prendere la parola. “Sono molto contento di questo spazio che va ad arricchire il complesso della Cattedrale dopo l’inaugurazione del chiostro restaurato giusto un anno fa, un luogo in pieno centro per accogliere i turisti, ma anche i savonesi – ha esordito monsignor Marino – qui possiamo ammirare tante bellezze e il bello ci fa riflettere, ci fa pensare a qualcosa di più profondo, a ciò che ci ha lasciato la storia, ma anche al nostro futuro, quindi sono felice per questo momento e ringrazio coloro che l’anno reso possibile”.

Quindi l’intervento del sindaco Ilaria Caprioglio: “Anzitutto vorrei sottolineare un lavoro fatto tutti insieme e che parte da lontano con il bando ‘Savona città dei papi e della solidarietà’ – ha spiegato – siamo soddisfatti non solo per l’obiettivo, ma anche per il percorso compiuto per raggiungerlo che ha consentito di dare lavoro a persone di fasce più deboli, puntando sulla valorizzazione del patrimonio turistico/religioso della città. L’appuntamento è ora per giovedì 24 ottobre alle 16 al Seminario di Savona per relazionare sugli esiti complessivi del progetto”.

L’iniziativa è stata finanziata infatti con il bando regionale “abilità al plurale” del Fondo sociale europeo: la nuova struttura ha beneficiato di circa 32mila euro di risorse con le quali si è potuto dotare il servizio di una postazione multimediale per la biglietteria, parte di arredamento e illuminazione. Inoltre La cooperativa Coedis, partner di progetto insieme ad altri soggetti dell’impresa, della formazione professionale e della cooperazione sociale, di cui sono capofila il Comune di Savona e l’Asp Opere Sociali di N.S. della Misericordia, ha inoltre assunto due persone formate specificamente, in integrazione degli obbiettivi di progetto.

Ovviamente non va dimenticato il fondamentale finanziamento complessivo erogato dalla Compagnia di San Paolo di Torino che, nell’ambito del progetto di restauro del chiostro inaugurato come detto un anno fa, ha stanziato 90mila euro per la valorizzazione dell’intero complesso, consentendo di acquistare gli apparati multimediali, le attrezzature, le audioguide web come ha ricordato il direttore dell’Ufficio beni culturali ecclesiastici della diocesi don Antonio Ferri che ha reso omaggio a tutti coloro che hanno reso possibile questa struttura: “Grazie a tante persone e a tante realtà si è potuto concretizzare questa idea – ha affermato – la Compagnia di San Paolo che ha sostenuto il recupero dell’intero complesso, Comune e Opere Sociali che sono stati capifila del bando regionale e Coedis che lo ha vinto e ha potuto assumere due persone: è significativo che una struttura bella e accogliente sia anche un’occasione positiva per situazioni svantaggiate, il bello crea ulteriore bellezza!”.

“Voglio ringraziare poi la Soprintendenza nella persona dell’architetto Canziani, gli architetti Bovio, per il restauro, e Mazzari, per l’allestimento, e poi l’Economato e l’Ufficio beni culturali che ha lavorato tanto per questo progetto – ha proseguito don Ferri – i volontari Amici del patrimonio ecclesiastico, che accoglieranno i visitatori, e tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione della struttura, da Ponente informatica a Daniele Paccini, da Roberto Fiaschi della libreria Paoline a Punto a Capo per i gadget fino a Kamiko che ha curato una app con la quale si potrà avere un’audioguida direttamente dal proprio smartphone. Grazie anche all’Ufficio stampa diocesano per la comunicazione, ma soprattutto a realtà come Comunitàservizi, Progetto città e Ortocircuito che, anche in questo caso, grazie ai loro prodotti, hanno dato spazio ad altre persone in difficoltà”.

A concludere l’intervento di Elisa Falce di Coedis: “Abbiamo colto una doppia opportunità: dalla Diocesi e dal bando del Comune – ha commentato – tutto ciò che è bello fa stare meglio, c’è bisogno di questo impegno per tutelare le tante ricchezze che abbiamo a Savona”. Al termine si è potuto visitare non solo il bookshop-biglietteria, con tutte le sue pubblicazioni e i suoi gadget in vendita, ma anche l’attigua sala multimediale con un megaschermo e i grandi tabelloni con i papi legati a Savona ovvero Sisto IV, Giulio II e Pio VII.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.