IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, applausi per Lupi all’evento di Liguria Popolare: “Parliamo alla testa del Paese, non alla pancia” fotogallery

Sul palco anche Marcenaro, Bussalai, Colombo, Costa e Pisani

Savona. Si è svolto ieri sera alle 18, presso Villa Cambiaso, l’evento organizzato da Liguria Popolare. Ospite d’eccezione e attesissimo il deputato di Noi Con L’Italia Maurizio Lupi, intervenuto sul palco dell’evento per dire la sua sulla lista civica e dare un’occhio all’attualità nazionale.

liguria popolare Marcenaro, Bussalai, Colombo, Costa e Pisani

Oltre a lui sono intervenuti Matteo Marcenaro, Luigi Bussalai, Sergio Colombo, Gabriele Pisani e Andrea Costa. Interventi che sono stati dedicati soprattutto alla presentazione di questa lista civica “volta a parlare alla testa delle persone, e non alla pancia” come ha spiegato Costa nel suo intervento. Una lista che, come invece ha dichiarato il neo entrato sindaco di Pallare Sergio Colombo, “rappresenta una casa. Soprattutto per un ex socialista come me che, da diversi anni, gira molti partiti in cerca di un posto fisso. Posto che adesso ho trovato qui, dentro a Liguria Popolare”.

L’obiettivo di Liguria Popolare, però, lo ha spiegato al meglio Andrea Costa che della lista civica ne è il presidente. “Io lo dico sempre, da quando siamo nati. Noi ci dobbiamo distinguere, perché in politica c’è già chi urla, chi lo sa fare bene. Noi siamo diversi, dobbiamo preferire il confronto allo scontro, rispettare anche e soprattutto chi non la pensa come noi. Perché siamo diversi dagli altri? Noi non siamo legati ad un leader, siamo un movimento legato ad un territorio come testimonia il nostro simbolo. Oggi Liguria Popolare si sta radicando sempre di più sul territorio, siamo una cosa concreta appoggiata da molti amministratori da tutta la Liguria, anche se ci manca qualche tassello piccolo ma importante nella zona del sanremese”.

Sul palco è intervenuto anche Gabriele Pisani, ex del Movimento 5 Stelle che finalmente – come Sergio Colombo – ha trovato una realtà presente sul territorio, seppur a livello regionale. “Le liste civiche hanno vita e morte all’interno del loro territorio, mentre penso che la nostra forza sia la presenza proprio a livello regionale. Per qualsiasi tematica abbiamo riferimenti a tutti i livelli, e penso che questo sia un punto di forza. Penso che un’altra forza di Liguria Popolare sia mettere insieme provenienze diverse, sensibilità diverse. Questa è una ricchezza”.

Ma l’intervento sicuramente più atteso è stato quello del super ospite Maurizio Lupi che, salito sul palco, ha subito conquistato i presenti con un discorso dettagliato, toccando in parte anche un argomento nazionale come la riduzione del numero di parlamentari. “E’ bello vedere – inizia il deputato – come qui l’impossibile diventa possibile. Perché quando uno non vuole subire la realtà, ma vuole diventarne protagonista come accade in Liguria Popolare, tutto diventa possibile. Qui vedo la capacità – ha proseguito Lupi in rima con Costa – di parlare alla testa delle persone e non alla pancia, di metterci la faccia. Ha ragione Andrea quando dice che Liguria Popolare è l’unica vera lista civica della Liguria, perché è ben radicata sul territorio. Oggi bisogna ripartire dal basso, e non dall’alto”.

E, in conclusione, una piccola parentesi di politica nazionale, con riferimento alla riduzione del numero dei parlamentari. “Io vi voglio dire una cosa di cui vado fiero: sono orgoglioso di aver votato contro alla riduzione del numero di parlamentari. Smettiamola di dire che la democrazia è un costo, perché è un costo solamente quando è inefficiente. Non bisogna eliminare la democrazia ma anzi, renderla seria ed efficiente. Io nelle legislature ho votato sempre a favore della riduzione dei parlamentari, ma a fronte di un ridisegno complessivo per far funzionare meglio le istituzioni”, ha concluso Lupi.

Sulla stessa linea dell’ex ministro anche Matteo Marcenaro, che davanti alle telecamere di IVG ha dichiarato:”Il taglio dei parlamentari che è stato fatto con quest’ultima riforma non ha né capo né coda, non tiene conto della rappresentanza delle regioni. E, non meno importante, non tiene conto delle diverse funzioni delle due camere. Per me è il volere dare una risposta demagogica a un’istanza forse anche corretta sul fatto che la politica è stata inefficiente negli ultimi anni”, ha concluso Marcenaro.

“Costruire un futuro serio per la Liguria raccogliendo liste civiche di tutta la regione” sottolinea il vicepresidente regionale Antonio Bissolotti. A Savona era presente una delegazione nutrita di ‘Sanremo popolare’, altre novità sono attese nei prossimi giorni con la costituzione di nuove liste civiche a supporto del centrodestra alle Regionali 2020. “Da quando è nata Sanremo Popolare stiamo riscuotendo un grande consenso in tutto il Ponente ligure”, ha concluso Bissolotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.