IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, arrestato il fondatore di “Sereni Orizzonti”: tremano le sedi del savonese

Tanti i primi cittadini che, scossi dalla vicenda, sono già intervenuti in merito

Provincia. Potrebbe avere ripercussioni anche sulle numerose strutture presenti in provincia di Savona (Savona, Alassio, Borghetto Santo Spirito, Spotorno e Calice Ligure) l’inchiesta delle Fiamme Gialle di Udine che, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, hanno eseguito 8 arresti, perquisizioni e sequestri per un totale di dieci milioni di euro nell’ambito di un procedimento in materia di spesa socio-sanitaria, ai danni dei bilanci delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Sicilia.

Al centro delle indagini la società “Sereni Orizzonti”, attiva nel settore dell’assistenza per anziani, autosufficienti e no, e nella gestione di comunità terapeutiche – riabilitative per minori e adolescenti, con sedi operative in tutto il territorio nazionale.

E tra le 8 persone arrestate c’è proprio il noto imprenditore friulano Massimo Blasoni, fondatore e guida di Sereni Orizzonti, società che negli anni è diventata la prima azienda italiana per crescita nel settore della costruzione e gestione di Residenze Sanitario Assistenziali per anziani in larga misura non più autosufficienti.

Tanti i primi cittadini dei comuni rivieraschi che, scossi dalla vicenda, sono già intervenuti in merito, auspicando che le conseguenze sul locale siano contenute e, soprattutto, che vengano tutelati i lavoratori e gli ospiti.

“L’amministrazione comunale di Calice Ligure segue con estrema attenzione l’evoluzione dell’inchiesta che vede coinvolti diversi dirigenti della Sereni Orizzonti. Ci auguriamo, come ci è stato assicurato stamane, che ai lavoratori ed agli ospiti venga garantita una continuità di servizio ed assistenza pari a quella avuta finora grazie all’opera di molte persone che onestamente e con spirito di servizio lodevole hanno portato avanti un lavoro estremamente difficile sotto molti punti di vista. Rivolgo un pensiero di vicinanza particolare alla direttrice della struttura del paese, Rita Molini, la cui sensibilità nei confronti dei suoi “nonni”, come lei ama  chiamarli, è apprezzata da molte persone”, ha dichiarato il sindaco di Calice Ligure Alessandro Comi.

“In seguito alle preoccupanti notizie apprese dagli organi di stampa relative alla Sereni Orizzonti, mi sono immediatamente attivato, come già avvenuto nel recente passato per altre e non meno gravi problematiche, per avere notizie sia per ciò che riguarda il destino dei pazienti che per quello che riguarda la sorte dei dipendenti. Ho ricevuto garanzie sul fatto che verrà garantita, almeno in questa fase, la continuità. Continuerò a mantenere alta l’attenzione su questa importante e delicata struttura presente sul nostro territorio e rinnovo la mia disponibilità nei confronti dei parenti dei ricoverati e dei dipendenti”, il pensiero del sindaco di Borghetto Giancarlo Canepa.

“Seguiamo e seguiremo con attenzione tutti gli sviluppi della vicenda, considerando che gestiscono uno dei più importanti centri per anziani della nostra zona. Al momento non ci sono elementi per esprimerci in maniera concreta: attendiamo delucidazioni dagli organi competenti nei prossimi giorni”, ha affermato il vicesindaco di Alassio Angelo Galtieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.