IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

RunRivieraRun HalfMarathon, lo spettacolo del podismo in un’ottava edizione sotto il sole fotogallery

Una festa per tantissimi sulle strade di Finale Ligure, Borgio Verezzi, Pietra Ligure e Loano

Loano. Ottava edizione e consueto successo per la RunRivieraRun HalfMarathon, la mezza maratona con partenza dal Malpasso di Varigotti ed arrivo alla Marina di Loano, classificata internazionale dal 2015, ora inserita nella categoria Bronze della Fidal.

Alle 9,30, rinvigoriti dall’ora di sonno in più, un migliaio di podisti sono scattati sulla via Aurelia. La maggior parte di essi si sono dati battaglia sui canonici 21,097 chilometri; altri hanno preso parte alla corsa non competitiva di 8 chilometri, La8, riproposta dopo la prima edizione del 2015, che ha preso il via tre minuti dopo la mezza e si è conclusa in piazza del Tribunale, nel centro di Finalborgo. Alcuni, invece, hanno preso parte La Regina Relay Half Marathon, la staffetta di 8 e 13 chilometri (due persone con cambio a Finalborgo), novità di quest’anno.

La mezza maratona è stata portata a termine da 604 partecipanti, più 16 in staffetta. Non sono mancati i ritiri, in una gara tutt’altro che semplice.

Dopo i 21,097 chilometri, primo al traguardo è giunto il keniano Lengen Lolkurraru (Run2gether) con il tempo di 1 ora 06’49”, secondo il marocchino Yassine Kabbouri (Dinamo Sport) in 1 ora 07’07”, terzo il marocchino Yassine En Najib (Dinamo Sport) in 1 ora 11’40”.

A seguire, quarto Khalid Ghallab (Gruppo Città di Genova) in 1h13’09”, quinto Mohamed Rity (Delta Spedizioni) in 1h13’44”, sesto Hicham El Jaoui (Delta Spedizioni) in 1h15’10”, settimo Ghebrehanna Savio (Cambiaso Risso Running Team) in 1h16’46”, ottavo Davide Fia (Atletica Mondovì) in 1h17’10”, nono Corrado Ramorino (Gruppo Città di Genova) in 1h17’57”, decimo Alessandro Giannone (Base Running) in 1h18’31”.

rrr

Vincitrice della gara femminile la keniana Esther Wangui Waweru (Run2gether) con il tempo di 1 ora 19’52”, seconda la marocchina Mina El Kannoussi (Atletica Saluzzo) in 1 ora 21’53”, terza l’italiana Carla Primo (Base Running) in 1 ora 23’26”.

Seguono quarta Maria Luisa Marchese (Atletica Novese) in 1h27’52”, quinta Elena Platini (Circuito Running) in 1h28’11”, sesta Valeria Bellan (Atletica Galliate) in 1h28’11”, settima Giorgia Ferro (Maremontana) in 1h34’10”, ottava Serena Scalvini (Valle Brembana) in 1h35’05”, nona Christina Marie Carey (Runners Milano) in 1h35’17”, decima Chiara Giraudo (Runcard) in 1h37’21”.

rrr

Clicca qui per consultare le classifiche complete.

I vincitori di categoria, al di fuori dei primi dieci assoluti: Marta Pareschi, Elodie Marie Cecile Burchini, Alessia Cocca, Daniela Scutti, Anna Lisa Rosso, Loredana Locci, Patrizia Negri e Teresa Paolino in campo femminile, mentre in campo maschile hanno prevalso Malthe Roder, Marco Scanziani, Adriano Scoppetta, Luca Piccolo, Diego Naronte, Alberto Ghisellini, Gianfranco Paradiso, Elio Dutto, Mauro Bianchi e Paolo Angotti.

Ne La8 successo di Francesco Patruno dell’Atletica Frecce Zena; secondo Alessandro Oliver Duke della Trionfo Ligure, terzo Giacomo Mevio. Tra le donne si è imposta Laila Francesca Hero dell’Atletica Arcobaleno; seconda Valentina Venturino, terza Michela Vigna Ton della Avis Ivrea.

Nelle staffette successi di Elisa Vitton Mea e Alessandro Benati nella mista e primi assoluti, di Rosso e Luzzo in campo maschile (secondi) e Pisotti e Panizza in campo femminile (seste).

Sul piano agonistico, notevoli i tempi ottenuti dai primi classificati, in particolare in campo maschile. Ma non solo loro sono stati protagonisti. “Tutti al traguardo, tutti vincitori” è il motto della gara. L’importante è partecipare e divertirsi, ma non per tutti era sufficiente. Tanti, infatti, hanno corso con l’occhio al cronometro, decisi a realizzare il primato personale o a battere i consueti avversari. Un campo partenti molto eterogeneo, che andava da chi puntava al successo finale fino a chi aveva come unico obiettivo quello di tagliare il traguardo. Altri, semplicemente con la voglia di fare una buona gara senza un eccessivo assillo del cronometro, tanti motivi per correre e meritarsi gli applausi.

La perfetta organizzazione dell’Asd RunRivieraRun, con la collaborazione delle forze dell’ordine, ha permesso a tutti i concorrenti di gareggiare su una via Aurelia eccezionalmente sgombra dal traffico automobilistico. La competizione si è svolta in buone condizioni climatiche, senza vento, anche se la temperatura piuttosto calda si è fatta sentire pregiudicando le prestazioni.

Grandi applausi, in particolare, all’allegro e festoso gruppo dei Maratonabili, che regalano le emozioni della corsa alle persone affette da gravi disabilità. Bel colpo d’occhio hanno regalato anche i colorati palloncini dei pacemaker, utili riferimenti per chi aveva un tempo rotondo nel proprio mirino; i numerosi e collaborativi “angels” e i volontari presenti a ristori e spugnaggi hanno fatto il resto, regalando alla corsa entusiasmo e coinvolgimento.

Tantissime le persone che hanno assistito alla gara a bordo strada, spettacolo nello spettacolo, applaudendo ed incitando gli atleti, sia i primi che quelli che chiudevano il gruppo. In particolare, nei centri abitati: Varigotti, Finalpia, Finalborgo, Finalmarina, Borgio, Pietra Ligure e Loano.

“Siamo sul migliaio di iscritti tra le tre gare – ha dichiarato Luciano Costa, presidente del’Asd RunRivieraRun, prima del via -. Giornata meravigliosa, con diciotto gradi quest’anno, al contrario dell’anno scorso, quando il tempo era un po’ inclemente. Tanta gente, tanta partecipazione: una gara che ormai è arrivata ad essere un punto di riferimento per il podismo, non solamente ligure ma nazionale ed internazionale. Abbiamo tantissimi stranieri al via. Un ringraziamento va ai quattro Comuni che hanno sempre creduto in questa manifestazione”.

RunRivieraRun non è stata solo una gara, ma una festa del podismo iniziata già ieri con il village nel complesso monumentale di Santa Caterina a Finalborgo con incontri, esposizione di aziende sponsor, massaggi ed altro, oltre al ritiro dei pettorali e dei pacchi gara.

Le fasi pre partenza:

Il passaggio al porto di Varigotti:

Il passaggio a metà gara:

Il passaggio a Pietra Ligure:

All’arrivo:

.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.