IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Risarcimento di 200 mila euro chiesto da ex dipendente Tpl, la Cassazione lo riduce a 30 mila

Soddisfazione per la sentenza del presidente Sacone e del direttore generale Ferrari

Savona. La Cassazione ha chiuso definitivamente un annoso contenzioso giuslavoristico instaurato da un ex dipendente di TPL Linea Srl.

A fronte di una richiesta di risarcimento pari a circa 200 mila euro, la Suprema Corte ha confermato la riduzione a poco più di 30 mila euro della cifra richiesta dall’ex lavoratore dell’azienda di trasporto pubblico locale, nell’ambito di un lungo procedimento in sede civile arrivato fino al terzo grado di giudizio.

Il presidente di TPL Linea Srl Simona Sacone e il direttore generale Giovanni Ferrari Barusso dichiarano: “Si chiude definitivamente un lunghissimo contenzioso”.

“Ringraziamo a nome dell’azienda l’avvocato Villani che ha seguito scrupolosamente la vicenda, e speriamo che si apra per il futuro, con i dipendenti e con le organizzazioni sindacali, una stagione di dialogo e di libero confronto, nell’ottica di raggiungere celermente e positivamente gli obiettivi prefissati dai soci” concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.