Urgenza

Psr, Ciangherotti (Fi): “Finanziamenti da erogare. Rimpallo di responsabilità sui ritardi imbarazzante”

“Avere rimborsi o finanziamenti a cui si ha diritto, significa, per le aziende liguri, vivere, potersi sviluppare”

orto dei matetti

Albenga. “Scriveva Agatha Christie: ‘Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova’ e se è così per la regina delle scrittrici di gialli, figuriamoci per il mondo agricolo”.

Inizia così la nota del consigliere di Forza Italia Albenga Erano Ciangherotti, che è intervenuto sulla questione dei ritardi nell’erogazione dei finanziamenti del Psr.

“Confagricoltura, Coldiretti, Cia, – ha proseguito l’amministratore forzista, – le tre organizzazioni sindacali del mondo rurale, in vario modo chiedono che vengano pagati alle aziende agricole della Liguria i rimborsi e i progetti chiesti attraverso i bandi del Psr, il Piano di sviluppo rurale. Progetti e rimborsi finanziati con denari che arrivano dall’Unione Europea, disponibili, ma non erogati”.

“Avere i rimborsi o i finanziamenti a cui si ha diritto, significa, per le aziende liguri, di Albenga, Sanremo, Sarzana, per dire le maggiori aree agricole, ma anche dell’entroterra, vivere, potersi sviluppare in un settore con molte potenzialità, o chiudere”.

“Tra Regione e Ministero dell’Agricoltura, il rimpallo delle responsabilità sui ritardi è imbarazzante, sono fermamente convinto dell’impegno che l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai mette nel suo lavoro, purtroppo, però, i risultati tardano ad arrivare e le aziende agricole della Liguria non hanno materialmente il tempo di aspettare si risolvano le contraddizioni tra guida politica e burocrazia regionale. Tre indizi, in questo caso, sono più di una prova, quei finanziamenti, dovuti, servono adesso”, ha concluso Ciangherotti.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.