IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Celle va avanti due volte, il Legino risponde: 2 a 2 risultati

Romeo e Schirru replicano alle reti di Raiola e Sofia. Nel finale Rignanese colpisce la traversa

Celle Ligure. Al girone A di Promozione mancano sei partite per riallinearsi al programma, che ad oggi dovrebbe vedere sette giornate andate in archivio. Questa sera si giocano tre recuperi.

All’Olmo-Ferro si affrontano Celle Ligure e Legino, due formazioni che si sono rese protagoniste di un buon avvio di stagione. I giallorossi hanno un bilancio in perfetto equilibrio, ovvero 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte; i verdeblù hanno pareggiato una partita in meno e ne hanno vinta una in più ed occupano la sesta posizione in classifica.

La cronaca. Davide Palermo manda in campo Catanese, Sarpa, Damonte, Cosentino, Martino, Vallerga, Altamore, Vanoli, Raiola, Al. Piombo, Sofia (cap.).

Riserve Scala, Sciandra, Mordeglia, Barcellona, Morelli, Rampini, Calabria, Soto Pesce, Favara.

Davide Girgenti  presenta il Legino con Bresciani, Osman, Semperboni (cap.), Balbi, Schirru, Pili, Avanzi, Dorigo, Romeo, Rignanese, Tobia.

A disposizione Maruca, Boccardo, Perria, Bertora, Scarfò, Brondo, Garzoglio, Fabiani, Girgenti.

Terna arbitrale tutta della sezione di Genova: dirige Riccardo Andrea Burlando, assistito da Ivano Sciallero e Lorenzo Lombardo.

Celle in campo col 4-4-2 con Catanese in porta; in difesa da destra Sarpa, Martino, Cosentino, Damonte; a centrocampo Altamore, Piombo, Vanoli, Vallerga; in attacco Raiola e Sofia.

Verdeblù schierati col 4-4-2 con Bresciani tra i pali; retroguardia da destra con Osman, Schirru, Pili, Semperboni; centrocampisti Avanzi, Dirigo, Balbi, Rignanese; davanti Tobia e Romeo.

Prime schermaglie senza sussulti. Il Legino si fa notare di più con qualche cross alto, Catanese è sempre attento in presa.

All’11° lancio di Vallerga, Raiola scappa alla difesa ospite, riceve palla, si trova tutto solo davanti a Bresciani e lo batte con un tiro a mezza altezza. 1 a 0.

Proteste degli ospiti che chiedevano la posizione di fuorigioco.

Al 14° ammonito Avanzi per un fallo su Sofia. Punizione calciata da Vallerga indirizzata alla destra del portiere che in tuffo sventa.

Raiola scatta ancora, questa volta si alza la bandierina.

Al 16° palla filtrante per Romeo che di prima intenzione calcia a rete e insacca. 1 a 1.

Ora sono i giocatori locali ad attorniare l’altro guardalinee chiedendo il fuorigioco, invano.

Al 23° Rignanese procura il primo angolo al Legino.

Al 26° sul semicerchio dell’area Rignanese scambia con Romeo e poi scocca il rasoterra: Catanese si rifugia in corner.

Al 28° su un cross di Martino la palla finisce la sua corsa in rete ma a gioco già fermo per fuorigioco di Sofia.

Al 30° Sofia prova il sinistro dalla distanza: sul fondo.

Al 33° iniziativa sulla sinistra del Legino, cross insidioso di Semperboni, Damonte  intercetta e allontana.

Al 38° tiro velleitario di Altamore da distanza siderale. Ben più manovrate ed insistite le iniziative dei verdeblù, che però non arrivano al tiro.

Al 43° punizione messa in mezzo da Vanoli, Bresciani respinge, riprende Sofia che conclude, si oppone Balbi.

Si rientra negli spogliatoi senza recupero sul risultato di 1 a 1.

Secondo tempo. Al 3° imbucata di Vanoli per Raiola, fermato in fuorigioco.

Poco dopo Vanoli dalla sinistra crossa rasoterra, Sofia cerca la deviazione, la difesa ospite manda un angolo.

Al 6° ripartenza di Cosentino per le vie centrali, Balbi lo atterra: ammonito. Un minuto dopo cartellino giallo anche per lo stesso Cosentino.

All’8° Romeo tocca sulla destra per Osman, cross teso: Catanese blocca.

Si gioca a ritmo piuttosto basso. Le due squadre manovrano alla ricerca dello spiraglio giusto per colpire.

Al 12° in area girata di Romeo: Cosentino respinge in corner. Lo batte Rignanese e ancora Cosentino col petto mette nuovamente in angolo.

Al 14° fallo tattico di Romeo su Piombo: ammonito.

Al 15° palla messa in area ospite, ribattuta, conclude Sofia, ancora una respinta corta nuovamente sui piedi di Sofia che calcia a rete e realizza il 2 a 1.

Ammonito Rignanese per proteste. Nel Legino, anche in questa circostanza, c’è chi reclama un offside.

Il Legino preme alla ricerca del pari. Al 21° un tiro di Romeo viene ribattuto in angolo.

Lo calcia Balbi, palla respinta fuori area, Pili conclude rasoterra, Catanese para ma la palla gli sfugge e Schirru la scaraventa in porta. 2 a 2.

L’arbitro mostra un cartellino giallo alla panchina locale.

Al 26° dopo uno scontro di gioco resta a terra Sofia; un paio di minuti e si riprende. Al 28° entra Rampini al posto di Piombo.

Ora Celle col 4-3-3: Vallerga gioca avanzato, tra Raiola e Sofia.

Al 36° Vallerga lascia il posto a Soto Pesce. Il neo entrato al 39° ferma Tobia e viene ammonito.

Al 41° Balbi si allarga e prova il destro: alto. Entra Brondo per Osman.

Al 45° in campo Scarfò per Dorigo e Sciandra per Sarpa.

Si recuperano 3 minuti. Al 47° ammonito Martino che ferma la ripartenza di Scarfò. Sulla punizione Romeo di testa fa sponda per Rignanese che si gira bene e conclude: traversa.

C’è ancora tempo, al 49°, per una punizione di Romeo, Catanese blocca in due tempi.

Finisce 2 a 2. Per i giallorossi è il terzo pareggio in campionato, per i savonesi il secondo; in classifica il Celle Ligure sale a 9 punti, il Legino a 11.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.