IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Progetti antincendio boschivo, ANCI Liguria: “Sindaci sempre in prima linea in caso di emergenze” foto

A margine del meeting loanese, arriva il commento del direttore generale di ANCI Liguria Pierluigi Vinai

Loano. La Liguria all’avanguardia nella prevenzione e nella lotta attiva agli incendi boschivi: è quanto emerso dalla presentazione pubblica dei progetti transfrontalieri Med del programma europeo di cooperazione Interreg Marittimo, di cui regione e ANCI Liguria sono partner, avvenuta oggi a Loano, nel corso del primo della due giorni di meeting e comitati di pilotaggio.

Molte le innovazioni contenute nei cinque progetti, Medstar (strategico), InterMed, Medcoopfire, Med Foreste e Med PSS, che coinvolgono la Liguria, la Toscana, la Sardegna, la Corsica e  la Provence-Alpes-Côte d’Azur, regioni accomunate dal problema degli incendi boschivi che, ogni anno, distruggono migliaia di ettari di superficie forestale e mettono in serio pericolo le aree abitate situate in prossimità.

Il territorio transfrontaliero marittimo è una zona soggetta a notevole rischio di incendio boschivo: nel 2009 sono andati in fumo 20mila ettari di bosco e nel 2017 quasi 21mila, ma guardando negli stessi anni nella regione Liguria siamo passati da 2.600 nel 2009 a quasi il doppio nel 2017, annata nera, con 4.500 ettari di superficie percorsa da incendi.

Progetti antincendio boschivo, ANCI Liguria:

“Questi anni di lavoro congiunto ci porteranno ad avere, entro il 2022, 12 milioni di euro da spendere per fornire ai volontari dell’antincendio, alla protezione civile, ai comuni, nuovi e innovativi automezzi  e mezzi in grado di costruire colonne mobili compatibili e comunicanti tra le regioni diverse, oltre a nuove attrezzature come vasche mobili nelle zone di confine –  afferma l’assessore all’Agricoltura di Regione Liguria con delega all’antincendio boschivo Stefano Mai – faremo una mappatura  delle sorgenti di acqua per renderle disponibili agli operatori, e anche della sentieristica regionale; aquisteremo telecamere terrestri e aeree, termocamere ad infrarossi per garantire la precisione delle azioni di spegnimento e bonifica degli incendi, effettueremo interventi di silvicoltura, realizzeremo attività di formazione specialistica per consolidare ed aumentare le competenze degli operatori, come il corso per gli analisti di sala o specialisti nella tecnica della bonifica e controllo finale dell’incendio boschivo. Lavoreremo sull’implementazione delle piattaforme di gestione e, infine, lavoreremo molto sulla prevenzione per ridurre il combustibile vegetale e sulla comunicazione preventiva del rischio.  In definitiva, si tratta di un progetto che cerca di toccare tutti gli aspetti dell’antincendio, dalla prevenzione alla lotta attiva, per ottenere importanti e duraturi risultati sull’intero territorio ligure” conclude l‘assessore Mai.

ANCI Liguria si è occupata dell’organizzazione dell’evento: “Nonostante la presenza sempre eccellente dei vigili del fuoco e lo straordinario attivismo dei volontari dell’antincendio liguri, i sindaci, essendo responsabili della salute pubblica dei propri cittadini, sempre in prima linea ad affrontare l’emergenza e a tutelare l’incolumità della popolazione, si sono trovati spesso in difficoltà – afferma il direttore generale di ANCI Liguria Pierluigi Vinai – siamo convinti che questi progetti saranno uno strumento utili. In questo campo si è verificato, e stiamo cercando di implementarlo, un rapporto di collaborazione tra i comuni che, quando l’esigenza è davvero sentita, non esitano a mettersi insieme e a collaborare creando nuclei congiunti di protezione civile e di volontari antincendio. Il fatto che 5 Regioni che fino a oggi hanno lavorato in maniera anche eccellente, ma ciascuna per sé, facciano lo sforzo di uniformare tecnologie e metodologie per un comune obiettivo che è la lotta agli incendi, è un’azione di grande valore e soprattutto di grande innovazione”.

Domani si terranno gli incontri tecnici, dove verranno definiti i programmi di lavoro per i prossimi mesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.