IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piccoli passi verso la legalità: Giovanni Impastato incontra gli studenti di Alassio

Il progetto dell'Istituto Ollandini con il sostegno del Comune prevede una serie di incontri e culminerà con un soggiorno degli studenti a Palermo per visitare i luoghi della mafia

Alassio. “Piccoli passi verso la legalità” è il progetto varato dall’istituto secondario statale Ollandini di Alassio con il contributo e il patrocinio dell’assessorato alle politiche scolastiche del Comune di Alassio, dedicato ai temi della legalità e dell’impegno civile, inserite nel piano triennale dell’offerta formativa dell’Istituto alassino.

Domani mattina, a partire dalle 9 e fino alle 12, presso l’ex Chiesa Anglicana le allieve e gli allievi delle terze medie dell’istituto statale secondario di primo grado, quelle di Ortovero, quelle dell’istituto Don Bosco e la quinta liceo dell’istituto salesiano, potranno ascoltare e approfondire dalla viva voce di Giovanni Impastato le problematiche legate alla lotta alla malavita organizzata e all’endemico fenomeno dell’omertà.

Fratello di Peppino Impastato, Giovanni ha raccolto il testimone del suo impegno civile: dalla battaglia per la tutela dell’immagine del fratello contro chi non lo voleva riconoscere come vittima innocente della mafia, all’impegno nella diffusione della cultura della legalità nelle scuola italiane.

“L’incontro – spiega Fabio Macheda, assessore alle politiche scolastiche del Comune di Alassio – è il primo di tre appuntamenti che si svolgeranno durante l’anno scolastico. Dopo Impastato sarà la volta di Tina Montinaro, la combattiva moglie di Antonio Montinaro, ucciso dalla mafia nella strage di Capaci. Il ciclo di incontri si concluderà con un soggiorno degli studenti a Palermo, sui luoghi della mafia, quelli che Impastato e Montinaro racconteranno a studenti e studentesse: con l’intento di collegare ricordi a luoghi reali e fissare nella memoria eventi nella speranza di sviluppare una sempre più viva coscienza civile”.

“Devo ringraziare la città di Alassio – aggiunge il vice sindaco Angelo Galtieri – perché, saputo del progetto si è subito mobilitata per sostenerlo. L’istituto alberghiero ha infatti invitato Giovanni Impastato a pranzo, e nel pomeriggio ha organizzato un incontro con i propri studenti. L’Hotel Corso invece ospiterà lo scrittore durante il suo soggiorno alassino. In questo modo, tutti assieme, si cresce”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.