IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piaggio Aerospace, confermato iter sul P.1HH: pronta anche la commessa dei P180

Altri segnali positivi sulla vertenza dell'azienda aeronautica, attesa per il definitivo piano industriale

Villanova d’Albenga. Altra svolta per la Piaggio Aerospace: confermato iter dalla commissione Bilancio del Senato sull’acquisizione dei droni e del P.1HH, una delle commesse più attese dall’azienda aeronautica per la quale era già stato siglato un decreto ministeriale.

Ormai giunge quasi a conclusione l’iter per l’acquisto da parte dell’Aeronautica del sistema di pilotaggio remoto. Il valore della commessa è pari a 160 mln di euro. Mancano ancora i pareri definitivi delle commissioni parlamentari Difesa, oltre che della commissione Bilancio della Camera.

Ma non solo: il sottosegretario Giulio Calvisi ha comunicato che si sta lavorando per la commessa di acquisizione dei nove P180, dal valore di 260 milioni, altro tassello decisivo per il piano di rilancio della Piaggio e per le relative garanzie occupazionali.

Quindi, dopo la firma dei contratti per la manutenzione motori e la fornitura delle relative parti di ricambio da 167 mln di euro, i contratti istituzionali relativi alla manutenzione dei P.180, oltre al contratto con Enav da 12,6 mln di euro e quello recente con l’Arma dei Carabinieri, prende forma il pacchetto complessivo di commesse industriali per il rientro di tutta la forza lavoro.

Oggi Piaggio Aero conta 989 dipendenti (759 a Villanova e 217 a Genova) altri 22 in Piaggio Aviation. I dipendenti toccati dalla Cigs sono stati 488 di cui 92 a zero ore dopo il rientro di 40 dipendenti a seguito delle prime commesse di manutenzione.

Inoltre, l’azienda è in attesa che il Ministero dello Sviluppo Economico autorizzi l’esecuzione del programma per il rilancio di Piaggio Aerospace e Piaggio Aviation, attraverso un provvedimento che dovrebbe pervenire entro il 18 ottobre, dopo che il Comitato di Sorveglianza aveva già espresso il proprio parere favorevole. Con l’ok sul programma si esprimeranno in via definitiva le due commissioni parlamentari di Difesa, dando il via libera ufficiale.

Con il completamento di tutti i contratti istituzionali, compreso quello relativo ai nove P180, il commissario Nicastro potrà presentare il definitivo piano industriale, un piano che, come sperano Rsu e sindacati, potrà finalmente essere di lungo periodo, assicurando il matenimento dei posti di lavoro. Naturalmente, la conclusione dell’iter relativo alla vertenza rappresenterebbe anche una boccata d’ossigeno per tutto l’indotto, a cominciare da Laer H e dal tessuto micro-imprenditoriale che ruota attorno all’azienda aeronautica, in sofferenza da tempo per la crisi di Piaggio.

“Giornata positiva che ci fa vedere molto più vicina la commessa del P1HH. Apprendiamo con positività le dichiarazioni del sottosegretario Calvisi che segnano una svolta concreta sulla commessa del P1HH. Ora attendiamo fiduciosi la commissione bilancio e chiediamo concretamente di avviare in tempi celeri lo stesso iter sulle commesse dei P 180”, afferma Alessandro Vella, segretario Fim Cisl Liguria.

Antonio Apa, segretario generale di Uilm Genova, afferma: “Apprendo con soddisfazione le dichiarazioni del sottosegretario alla difesa Giulio Calvisi in merito all’iter sul P1HH. La commessa, del valore di 160 milioni di euro è un pezzo importante del quadro di rilancio aziendale, così come l’acquisto dei nove P180 per 143 milioni che accelererebbe il rientro dei lavoratori dalla Cig. Ora bisogna sbloccare anche l’iter per i 19 retrofit della flotta P180 già esistente e in dotazione allo stato e rendere tutte le misure esigibili entro breve in modo da dare la possibilità al commissario Nicastro di pubblicare un nuovo bando per la fine di ottobre. Il bando, accompagnato dalle commesse da parte dello stato e di un piano industriale corposo, rimetterebbe una Piaggio appetibile nuovamente sul mercato in modo da poter essere acquisita da soggetti industriali importanti e pronti a investire”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.