IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piaggio Aerospace di nuovo appetibile grazie agli aiuti del governo

"Forse presto saremo in grado di togliere Piaggio dalla lista di 156 vertenze che sono sul tavolo del Mise"

Villanova d’Albenga. Arrivano buone notizie per Piaggio, dopo che la commissione difesa del Senato ha dato via libera all’acquisizione di due aeromobili a pilotaggio remoto P1HH (160 milioni di euro) e incardinato il provvedimento per l’acquisizione di 9 velivoli P180 denominati e per l’ammodernamento di 19 aerei (di cui 11 per l’aeronautica, 3 per l’esercito, 2 per la marina e 2 per i carabinieri), per un costo totale di 143,5 milioni di euro.

“Abbiamo sempre sostenuto che serviva uno sforzo del governo per rimettere sul mercato la Piaggio e renderla di nuovo appetibile, che il prodotto e le competenze non sono mai state un problema di questa azienda, ma un patrimonio da non disperdere – afferma Antonio Apa, segretario generale Uilm Genova – E infatti contestualmente all’ordine governativo, il commissario straordinario di Piaggio Aerospace Vincenzo Nicastro ha annunciato a Las Vegas, al salone internazionale dell’aviazione d’affari NBAA-BACE, la firma di un accordo con Sheikh Khalifa Al Saif, presidente della Al Saif Aviation, per l’acquisto di almeno 10 Avanti EVO, il primo del quale verrà consegnato nella seconda metà del 2020″.

“Diamo atto al governo che, anche col suo impegno, forse presto saremo in grado di togliere Piaggio dalla lista di 156 vertenze che sono sul tavolo del Mise, anche se in ritardo. Inoltre, il completamento del p1hh e il rilancio del p180 facilitano il compito del commissario per l’emissione del bando a favore degli acquirenti, oltre a consentire il graduale rientro dei lavoratori dalla cassa integrazione straordinaria che ci auguriamo arrivi il prima possibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.