IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Laboratori di meteorologia: Andora location esterna del “Festival della scienza”

In collaborazione con il personale della 115^ Squadriglia Radar dell'Aeronautica Militare

Andora. Al via i laboratori del Festival della Scienza ad Andora. Il Comune di Andora in collaborazione con CEContemporary, ha organizzato in collaborazione con il personale della 115^ Squadriglia Radar dell’Aeronautica Militare di Capo Mele, una serie di laboratori che permetteranno agli studenti di acquisire nozioni sulla Meteorologia, la Scienza che studia l’atmosfera terrestre  ed i fenomeni naturali che in essa si verificano. È il quinto anno consecutivo che Palazzo Tagliaferro è inserito nel programma ufficiale del Festival.

Circa 500 ragazzi frequenteranno i laboratori didattici  rivolti alle scolaresche presentati ieri mattina ai ragazzi dal capitano Francesco  Gerardi e dal personale del Nucleo Osservatori Meteo della Squadriglia” alla presenza del vicesindaco di Andora, Patrizia Lanfredi e dall’assessore alla Cultura Maria Teresa Nasi. Grazie alla disponibilità della 115^ Squadriglia Radar dell’Aeronautica Militare di Capo Mele, agli studenti saranno proposti ben tre laboratori.

Il primo, “Meteorologia: gli strumenti e le analisi sul campo” è rivolto alle scuole primarie, ha una durata di 60 minuti e permette agli studenti partecipanti  di acquisire nozioni sulla Meteorologia la Scienza che studia l’atmosfera terrestre ed i fenomeni naturali che in essa si verificano, con relazione agli effetti sul tempo e sul clima.

Il laboratorio farà inoltre luce sul perché la Meteorologia fornisca in alcuni casi risultati imprecisi, facendo parte delle scienze stocastiche, ossia probabilistiche che si basano su una componente determinabile matematicamente attraverso le leggi della fisica e di una parte caotica che sfugge. Particolare attenzione verrà dedicata al fantastico viaggio ciclico e continuo della particella d’aria.

Gli alunni potranno comprendere quei processi fisici che si generano all’interno del Ciclo dell’Acqua attraverso semplici e divertenti esperimenti gli alunni “toccheranno con mano” la fisica atmosferica. Il laboratorio sarà completato da una mostra di antichi strumenti meteorologici, riviste e libri storici che renderà maggiormente comprensibili le difficoltà che dovettero .

Il secondo laboratorio si intitola “Meteorologia: gli strumenti e le analisi sul campo ” ed è rivolto alle scuole secondarie di primo grado. Il terzo “Meteo Lab 3” è rivolto alle classi delle scuole secondarie di primo grado.

L’ obiettivo sarà quello di offrire agli alunni partecipanti le nozioni base per affrontare una lettura critica delle principali carte meteorologiche. Verranno analizzate le principali figure bariche: Anticicloni e Cicloni – Saccature e Promontori – Alte e Basse Pressioni che concorrono oltre a descrivere lo stato fisico dell’atmosfera anche a formulare le ipotesi revisionistiche sul tempo atmosferico.

Partendo dall’analisi di carte meteorologiche e testi antichi gli alunni potranno scoprire gli Elementi Meteorologici ossia la temperatura, la pressione atmosferica, i venti, le precipitazioni e l’umidità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.