IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Interesse e partecipazione a Varazze per la manifestazione “A pesca e u mâ” foto

Per il sesto anno consecutivo si è tenuto nella darsena di Marina di Varazze

Più informazioni su

Varazze. La manifestazione “A pesca e u mâ”, che sabato 28 settembre 2019, per il sesto anno consecutivo si è tenuta nella darsena del porto turistico Marina di Varazze, dalle ore 15:00 alle 19:00, organizzata dal Centro di Educazione Ambientale del Comune in collaborazione con la Marina di Varazze e le associazioni nautiche-sportive e di pesca (Associazione Pesca Sportiva Dilettantistica Varazze, Varazze Club Nautico, Museo del Mare, Gruppo Pesca dalla Barca della locale Sezione della LNI, Gruppo Sommozzatori), anche quest’anno ha ottenuto un significativo interesse, soprattutto giovanile, grazie al coinvolgimento delle Scuole di ogni ordine e grado, con l’assegnazione di due Borse di Studio, appositamente istituite.

Un progetto, quello de “A pesca e u mâ”, condiviso dagli organizzatori del “Lanzarottus Day”, che fin dalla sua istituzione hanno inserito tra gli eventi da promuovere e divulgare, tra le fasce più giovani della comunità varazzina: alunni, studenti ed insegnanti delle Scuole presenti sul territorio cittadino.

L’istituzione di Borse di Studio, già sperimentate con successo nelle precedenti edizioni della giornata dedicata al ricordo dell’impresa compiuta da Lanzarotto Malocello, ha confermato anche per questa sesta edizione della manifestazione dedicata al mare e alla pesca sostenibile, agli antichi mestieri legati al mare e alla scoperta delle tradizioni marinaresche, la sua validità al fine di ottenere una maggiore partecipazione e un significativo interesse alle tematiche trattate e che si vuole promuovere e divulgare, soprattutto tra i giovani e giovanissimi, il futuro della comunità varazzina.

Alla manifestazione e consegna delle due Borse di Studio sono intervenuti: Mariangela Calcagno, Assessore alla Cultura, in rappresentanza della Giunta Comunale; Simona Pilotto, in rappresentanza della Marina di Varazze; Claudia Marsotto, Paola Busso, Rosella Valle, Sandra Balletto, Andrea Caradonna e Andrea Guido, per l’Istituto Comprensivo “Nelson Mandela” Varazze Celle; Alberto Patrucco, Associazione Pesca Sportiva Dilettantistica Varazze (APSDV); Marcella Ercoli, Varazze Club Nautico; Lorenzo Bolla, Museo del Mare; Rocco Bruzzone, Maestro d’Ascia; Luca Geronazzo, Groppo Pesca dalla Barca (LNI); Greta e Ilaria, per il Centro di Educazione Ambientale del Comune; Piero Spotorno e Giuseppe Bruzzone, per Televarazze.

Per questa edizione le due Borse di Studio sono state istituite da:

– Porto Turistico Marina di Varazze, ed assegnata alla classe 1^A “Sezione Blu”, della Scuola Secondaria di Primo Grado “F. De Andrè”, insegnate di riferimento Sandra Balletto, che ha presentato il miglior elaborato sul Tema: «Un gruppo di ricercatori del Politecnico di Torino ha testato nel mare varazzino, con successo e risonanza internazionale, un “Dissalatore a basso costo”, grazie all’interessamento dell’Ing. Pier Giacomo Ornolio, al supporto della locale sezione della LNI e all’ospitalità della Marina di Varazze. Di cosa si tratta e quali benefici?».

– Associazione Pesca Sportiva Dilettantistica Varazze, ed assegnata alla classe 4^ B della Scuola Primaria “G. Massone”, che ha presentato il miglior elaborato sul Tema: «Protezione dell’Ambiente in generale e l’importanza del progetto “Pelagos Plastic Free”. Iniziativa che nasce dalla necessità di ridurre l’inquinamento marino, dalla plastica in particolare, per proteggere i mammiferi del Santuario dei Cetacei.»

Il Centro di Educazione Ambientale del Comune con Greta e laboratorio didattico “Un mare di relazioni”, ha impegnato i tanti bambini intervenuti, fornendo loro risposte alle svariate domande, coinvolgendoli in ricerche a tema e nel disegno a mano libera.

«Un pomeriggio impegnativo anche per i sommozzatori che hanno recuperato carrelli, cestini, bottiglie tanto altro – ha dichiarato Mariangela Calcagno, che si trovava nella darsena al momento dello scarico dei rifiuti appena raccolti in mare -, a dimostrazione che occorre ancora lavorare e senza arrendersi nel progetto della promozione e divulgazione del rispetto dell’ambiente, giorno dopo giorno e ovunque … non solo nelle scuole, ma sempre, ovunque necessario. Fare finta di niente per non metterci la faccia ed evitare eventuali complicazioni, ci rende complici del reato di “Inquinamento Ambientale”. Ricordiamocene quando per strada assistiamo a comportamenti ineducati e dannosi per l’ambiente che ci ospita … Protestiamo!»

Come negli scorsi anni, il Comune di Varazze, firmatario della “Carta di partenariato Pelagos”, ha confermato la sua sensibilizzazione e l’impegno rivolto alla tutela dei mammiferi marini del Santuario dei Cetacei, e promuoverà attività di informazione sull’iniziativa “Ambasciatore Pelagos” e sulle buone pratiche da attuare in caso di spiaggiamento cetacei.

Fonte: Comitato Lanzarotto Malocello Varazze

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.