IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il cinghiale domestico Grufi ucciso nel recinto da un cacciatore: indagini dei carabinieri

Era affidato alla cure del maneggio “Cavallo George” di Stellanello, dove si è consumato il tragico episodio

Stellanello-Laigueglia. Sono in corso le indagini dei carabinieri forestali per far luce sulla tragica morte del cinghiale domestico “Grufi”.

L’animale è stato freddato dal colpo di fucile di un cacciatore, ma non all’aperto bensì mentre si trovava rinchiuso nel recinto del maneggio “Cavallo George” di Stellanello, dove era accudito da anni.

A salvare l’animale, nel 2015, era stato il sovrintendente capo della polizia municipale di Laigueglia Franco Berardi, che lo aveva trovato malconcio, ancora cucciolo, sul ciglio della strada nell’entroterra di Alassio e aveva deciso di portarlo con se e accudirlo.

Quindi, la decisione di affidarlo alle cure del maneggio, dove l’ex vigile lo andava a trovare di frequente. Solo le indagini potranno svelare i risvolti del macabro episodio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da hood

    Sicuramente verrà contestato al cacciatore lo sparo a meno di 50 metri da strada carrozzabile e meno di 100 metri da posto di lavoro o abitazione (euro 206) poi occorre verificare se il cinghiale era regolarmente affidato al maneggio da parte dell’ATC SV2. Il maneggio poi, è un campionario di abusi edilizi.