IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - Rosso Pistacchio

I soggetti più molesti dei social…

"Rosso Pistacchio" è la rubrica al femminile di IVG: ogni martedì si parla di donne con Marzia Pistacchio

Più informazioni su

Buongionissimo… Ovvero i soggetti più molesti dei social.

Che qualcuno tolga i social a certi soggetti.
Che qualcuno abbia finalmente il coraggio di toglier loro le tastiere, di staccare la wi fi, cancellate loro le impronte digitali con la paglietta per le pentole, impedite loro di comunicare in qualsiasi maniera.
Legateli, fate loro lo sgambetto, legate loro le mani.
Eccovi i più molesti:

I CAFFEINOMANI
Voi penserete che vendano capsule, compatibili o meno, o che siano assunti dalla Lavazza, o almeno dalla Illy caffè. Niente di tutto ciò.
Semplicemente baccagliano. Ci provano. Fanno i provoloni talmente bene che l’Auricchio potrebbe denunciarli per plagio.
“Ci prendiamo un caffè?” anzi no…un Kaffè???
Certo caro, aspetta che ora arrivo, aspettami lì, in quel bar sull’autostrada, inizia a ordinare . Lo zukkero lo porto io.

I KAFFEINOMANI E GLI ABBREVIATORI SERIALI
Cosa vi ha fatto la povera C? Vi è caduta dal mignolino da piccoli? Vi ricorda la tetta della mamma che ingiustamente vi hanno strappato alla tenera età di sette anni?
Quanto tempo perdete a scrivere GRAZIE invece di GRZ?
Perché NN anziché NON?
Vi si rovina il gel sulla French manicure? Vi si prolassa il metacarpo? Vi si sconocchiano le falangette? Perché?? No, anzi …Xchè??

I MISTICI
E mi mandi il buongiorno con le roselline. E vabbè.
Il cappuccino coi disegnini del cazzo. Amen.
Il buon pomeriggio con un originalissimo tramonto infuocato. E vabbè.
Namastè ad ogni ora del giorno. E pazienza.
E il Dalai Lama. Sopporto.
Sto povero Osho ,che secondo me gli hanno attribuito più frasi di merda che a Bukowsky. E pace.
E Gandhi.
E le campane tibetane a merenda.
Va bene tutto…ma Buddha mentre sto mangiando proprio no!!!

I MADONNARI
Ho ricevuto più Madonne in chat di quante possa tirarne giù un certo mio amico ex galeotto quando si schiaccia il mignolino con le infradito.
E la Madonna del soccorso, e la Madonna del Carmelo, quella addolorata, quella triste, quella col cuore sanguinante , quella flagellata. Non è mai allegra sta povera Madonna.
Che poi…cosa si risponde a uno che ti manda una Madonna in chat? Non è mica un pokemon che puoi controbattere lanciando Bulbasaur o Cherizard. Io l’ultima volta, per non saper né leggere né scrivere, ho risposto con una Puffetta che portava una torta.
Non l’ho più sentito.

GLI ELICICOLTORI
Ovvero i possessori di insulsa lumaca bollita.
Ci tengono a far sapere all’intero universo creato, e nel caso specifico a te, donna fortunata eletta tra le elette, che anche loro posseggono un pene.
Un pene che ritengono sia estremamente fotogenico, oltretutto, spesso ritratto in pose plastiche e erculee. Ecco il mio pene preso da destra, ecco il mio pene da sinistra , ecco il mio pene a Natale sotto l’albero, ecco il mio pene che fa il militare a Cuneo.
Sto cercando le parole per rivelarvi, senza ferire il vostro amor proprio, che questa cosa che fate non attirerebbe una donna nel vostro letto neanche se vi adornaste di Jimmy Choo come un albero di Natale e metteste una Louboutin in testa come puntale , ma non le trovo, quindi vi comunico semplicemente la ferale notizia : fate schifo.

I GIUSTIZIERI DELLA NOTTE
C’è chi si fotografa il pene e chi invece preferisce dedicare la propria vena artistica fotografica ad altro tipo di bellezza cittadina: Il cassonetto della rumenta strabordante, la montagnola di cacca fumante di qualche mastino napoletano col virus intestinale, orribili e inaccettabili accampamenti di giovani festanti sulla spiaggia che osano addirittura divertirsi!
La bruttura si condivide, l’errore, il disagio, la debolezza altrui, spiattelliamola al mondo intero, perché tutti vedano quanto io sia più bravo, più civile, più giusto.
Per esempio, ieri ero al semaforo ferma con le dita nel naso. Poi ho visto nella macchina accanto uno degli iscritti a “Savona mugugno” e mi sono spaventata molto.
Qualcuno può dirmi se hanno già pubblicato la mia foto sul gruppo??

AND THE WINNER IS…
Ma in cima alla classifica dei soggetti molesti sui social, con grande distacco e grandissimo onore, troneggia colei che ancora non ha totalmente capito che tutti leggono ciò che scrive sulla tua bacheca, e quindi ha spesso pubblicamente affermato che lo sformato della zia Enrichetta puzza di cadavere , colei che scrive “sei bellissima” pure sotto le foto dove sembri masticata e rivomitata da un pellicano con l’alitosi, colei che ti tagga in tutte le foto in cui sei neonata patanuda abbracciata ad un pupazzo di Provolino in puro peluche acrilico 100% (che non si sa come siamo sopravvissuti a certi giocattoli) oppure adolescente informe col maximaglione e i capelli gonfi come Samantha Fox e tutto il resto di Pina Fantozzi : LA MAMMA.
La mamma sul social è innocua finchè condivide la ricetta dei pomodori secchi sott’olio e qualche cagnolino, ma se ,per caso, nota che sei impelagata in un diverbio pubblico, può diventare anche violenta.
Ho visto recapitare teste di cavallo per molto meno.
Ma soprattutto, la mamma ,attraverso il social SA SEMPRE DOVE SEI.
Fine dei giochi. Non puoi più dirle che sei a casa a studiare la genesi del tricottero, lei già sa , dalla tua stories, che sei in discoteca a scoppiarti in mojito tutto lo stipendio, decisamente ubriaca e decisamente quasi patanuda.
Ma non disperare, domani sicuramente ti farà un culo così, per ora riceverai solo un immancabile, rassicurante commento al tuo post:
“SEI BELLISSIMA.”
Perché la mamma è sempre la mamma.

“Rosso Pistacchio” è la rubrica di Marzia Pistacchio, che ama definirsi “una truccatrice struccata”. Ogni martedì uno spazio al femminile dal taglio volutamente “leggero” in cui parlare a 360 gradi di tutto ciò che ruota intorno alle donne. In salsa savonese, naturalmente. Clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.