IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Garlenda, la “Schola Cantorum” apre le porte: “Venite a provare” foto

Previsto un rinfoltimento dell'organico, con l'entrata di nuovi coristi e di una sezione di bambini e ragazzi

Più informazioni su

Garlenda. La Schola Cantorum Natività di Maria Vergine di Garlenda nasce nel 1991 per volere del Maestro Daniele De Marchi, dell’allora parroco don Stefano Richebuono e di un gruppo di appassionati. Il fine principale dell’associazione, senza scopo di lucro, fu quello di animare la liturgia domenicale e delle maggiori festività, ma soprattutto la pratica, lo sviluppo e la diffusione di attività culturale nel campo musicale, Il repertorio, oltre ai brani classici per la liturgia, spaziava dal Gregoriano, al recupero del vasto patrimonio polifonico antico.

I venti elementi che componevano l’organico erano quasi tutti digiuni di conoscenze teoriche, ma sotto la sapiente guida del maestro, si è giunti ad un buon livello che ha consentito di partecipare a vari Convegni diocesani, a Rassegne musicali e di organizzare concerti vocali e strumentali.

Nel 1994 e nel 1998 Garlenda e la sua bella chiesa ospitarono il Convegno delle Corali Liguri, grazie alla collaborazione con il Maestro Mauro Ottobrini di Camogli, partecipando nel contempo al convegno organizzato a Genova.

Con l’arrivo del parroco don Ferrando si sono registrati i primi dissapori ed incomprensioni che hanno portato ad un’interruzione di attività in Parrocchia, mentre le prove e la partecipazioni a celebrazioni ed eventi musicali sono proseguite in comuni limitrofi.

Fino all’anno 2006 non vi è stato un maestro fisso, ma grazie a Roberto Grasso, l’attività è proseguita, finchè, su suggerimento del Parroco, don Mauro Marchiano,il Maestro Marco Battistini accettò di assumere la direzione della Corale. Naturalmente l’organico delle quattro sezioni, si era notevolmente ridotto, causa la scomparsa di alcuni coristi ed il trasferimento di altri. La fruttuosa ed intensa collaborazione con il Maestro Battistini termina nel 2015, dopo il suo matrimonio e conseguente trasferimento in Piemonte.

Da allora la Corale non ha più avuto un maestro e l’attività didattica è stata sospesa, anche se, grazie alla disponibilità dei maestri Paolo Guido e Roberto Grasso, nelle solennità ed ai funerali il coro  è stato sempre presente.

Il parroco e il presidente della Schola Cantorum hanno pensato di intraprendere un nuovo percorso, che prevede un rinfoltimento dell’organico, con l’entrata di nuovi coristi e di una sezione di bambini e ragazzi, lo studio di brani più recenti di musicisti attuali, quali Marco Frisina, De Marzi, Claudio Chieffo, senza peraltro abbandonare lo studio del repertorio classico e polifonico.

“Grazie alla disponibilità della maestra Paola Arecco di Loano, pianista ed organista, riprenderanno le prove che avranno luogo in parrocchia can cadenza bisettimanale, con inizio venerdì 8 novembre 2019. Invitiamo pertanto tutti coloro che amano il canto corale, la musica, lo stare insieme per crescere anche culturalmente, a partecipare per una prima prova. Prepareremo come primo obiettivo i canti per il Santo Natale e, con il cuore pieno di positività, contiamo di organizzare tante belle iniziative”, è il commento della presidente Rosanna Canova.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.