IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coppa Liguria di Prima Categoria: 2 a 2 tra Quiliano&Valleggia e Città di Cogoleto

Un tempo per parte, a siglare una bella e piacevole contesa... un plauso a tutti i contendenti

Quiliano. Notte di Coppa Liguria, al “Picasso” di Quiliano, dove i padroni di casa ospitano il Città di Cogoleto, nella prima gara del triangolare, che vede anche la presenza del Pontelungo.

I due mister, Chicco Ferraro (Quiliano) e Derio Parodi (Cogoleto), mandano in campo, agli ordini del signor Albanese di Savona, le seguenti formazioni:

Quiliano&Valleggia: Cambone, Bondi, Carocci, Bazzano, Salinas, Russo, Ottonello, Magnani, Alaza Gouni, Grippo, Fabbretti.

A disposizione: Bruzzone, Vassallo, Vivalda, Armellino, Tino, Luping, Marotta, Vittori, Paggi.

Città di Cogoleto: Nucci, Doga, Ferrando, Vallarino, Mastrogiovanni, Perrone, Grezzi, Grandoni, Federici, Bellini, Revello.

A disposizione: Mantero, Maragliano, Travi, Caviglia, Lupia, Martinez, Fazio, Molinaro, Sciutto.

Fasi di studio iniziali, con il Quiliano schierato col 3-4-3, mentre il Città di Cogoleto risponde col 4-3-1-2.

Al 15° azione prepotente di Alaza, che mette in mezzo un invitante pallone per Magnani, chiuso miracolosamente da Doga, il cui intervento salva “un goal fatto”.

Tre minuti dopo, però, nulla può la difesa genovese, contro il colpo di testa di Alaza che, indisturbato in area, piazza la sfera alle spalle di Nucci (1-0).

Al 21° punizione telefonata di Perrone e parata semplice per Cambone.

Nella parte centrale del primo tempo, il gioco stagna principalmente a centrocampo, col Città di Cogoleto che cerca di pervenire al pareggio con azioni manovrate, mentre il Quiliano, sfruttando la velocità delle punte, punge la difesa avversaria con ficcanti ripartenze.

Al 38°, su perfetto lancio di Federici, Grezzi viene fermato dal direttore di gara, che ravvisa un dubbio fuorigioco.

Al 39° Doga da fuori area impegna severamente Cambone e sul pronto contropiede savonese, grande intervento di Nucci che, di piede, salva sullo scatenato Alaza.

Sul corner successivo, al 40°, Magnani è abile a trovare tempo e modo per sfruttare la relativa mischia e realizzare la rete del 2-0.

Al 44° due severe ammonizioni comminate dall’arbitro ai grigi di Cogoleto: prima a Doga (normale fallo di gioco) e dopo a Grezzi per proteste.

Si va negli spogliatoi, col Cogoleto che paga la distrazione sull’azione del primo goal (Alaza libero in area), fatto che ha sparigliato le carte, mettendo il Quiliano in condizione di giocare di rimessa e di colpire anche una seconda volta, concludendo comunque la prima frazione di gioco con un meritato vantaggio.

La ramanzina di Parodi durante l’intervallo deve essere stata ben recepita dai suoi giocatori, perché non passa nemmeno un minuto, nella ripresa, che Federici, a seguito di una azione manovrata, porta la sua squadra a ridurre le distanze (1-2).

Al 48° Revello, con un tiro velenoso, costringe Cambone ad una parata miracolosa.

Al 53° bella azione di Doga, sul cui cross Federici non è fortunato a trovare la coordinazione per metterla in porta.

Al 54° arbitro in tilt… ammonisce Perrone per un fallo subito.

Al 64° esce Grandoni ed entra Molinaro nel Città di Cogoleto.

Al 67° punizione magistrale di Grezzi, che va a togliere le ragnatele dall’incrocio, dove si infila la palla del 2-2.

cogo

Poco dopo ammonito Vallarino.

Al 70° esce capitan Perrone zoppicante, sostituito da Caviglia.

Altra ammonizione “strana” a Molinaro, al 73°, cui viene mostrato il giallo, senza che venga fermato il gioco.

Ammonito anche Salinas, al 74°, reo di trattenere Federici per la maglia.

Al 78° entra il “sempreverde” Francesco Travi, al posto di Vallarino, mentre sul Picasso inizia a piovere in modo consistente.

All’ 82° altra sostituzione nel “Cogo”: entra Martinez per Federici.

All’88° goal annullato agli ospiti genovesi, “tap in” vincente di Martinez, su conclusione di Bellini… ma l’arbitro ravvisa un fuorigioco.

Termina la gara 2-2, un tempo per parte, a siglare una bella e piacevole contesa… un plauso a tutti i contendenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.