IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto “perde” l’assessore alle politiche sociali: Maria Ester Cannonero Terragno si è dimessa

Al prossimo consiglio si terrà la surroga del primo dei non eletti della lista “Borghetto c’è Canepa Sindaco” e l'ingresso di Ernesto Amendola

Borghetto Santo Spirito. Si è dimessa quest’oggi, 22 ottobre, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Borghetto Santo Spirito Maria Ester Cannonero Terragno.

“Prendo atto, con grande dispiacere, delle dimissioni dell’assessore Cannonero – ha dichiarato il sindaco Giancarlo Canepa – Apprezzo il senso di responsabilità dimostrato nei confronti della carica rivestita e la ringrazio per il lavoro svolto augurandomi che si risolvano nel migliore dei modi le questioni che le impediscono di proseguire in questo percorso amministrativo”, ha concluso.

E in un messaggio su Facebook, l’ormai ex assessore si rivolge ai suoi sostenitori: “Cari elettori con il cuore in mano e con rammarico sono a comunicarvi le mie dimissioni. Vorrei ringraziarvi uno ad uno per l’opportunità che mi avete concesso di rappresentarvi in questi due anni. Mi scuso per aver interrotto il mandato anzitempo ma ho dovuto fare questa scelta sofferta e difficile. Resto a vostra disposizione sempre nel sociale per il sociale, il mio impegno non finisce qui. Vi abbraccio forte. Ester”.

Al prossimo consiglio comunale si procederà, previa verifica dei requisiti richiesti, alla surroga del primo dei non eletti della lista “Borghetto c’è Canepa Sindaco”, Ernesto Amendola. Dopo Cinzia Vacca, Ester Cannonero è il secondo assessore dimissionario dell’amministrazione Canepa.

Per quanto riguarda la giunta, invece, il sindaco Giancarlo Canepa è vincolato dal rispetto delle quote rose e perciò il nuovo assessore dovrà essere necessariamente una donna. In questo senso ci sono due possibilità: la prima è “promuovere” assessore il consigliere Carolina Bongiorni; la seconda è nominare un assessore esterno.

Vista la fase di riassetto amministrativo, Canepa potrebbe anche decidere di effettuare un “rimpasto di metà mandato” per redistribuire le deleghe e sgravare così gli assessori con i maggiori carichi di lavoro (o che si stanno occupando ora di tematiche non gradite per questioni di “ragion di stato” e senso del dovere). Ma questo potrebbe avvenire in un secondo momento: “Voglio gestire l’eventuale con la dovuta calma, condividendo le scelte con tutti gli assessori. E’ un’operazione che richiede tempo e per la quale non c’è urgenza. Viceversa, al momento occorre procedere al più presto con la surroga del consigliere comunale e con l’ingresso di Amendola, così come previsto dal Testo Unico per gli Enti Locali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.