IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Allerta rossa in Liguria il 23 ottobre”, ma è una fake news… per poco

A lanciare l'allarme è la pagina ufficiale di Regione Liguria: "Riferitevi solo ai canali ufficiali"

Liguria. “Allerta ROSSA su tutti i bacini di B e D dalle 20 di oggi, Mercoledì 23 ottobre, alle 15 di domani, Giovedì 24 ottobre”. E’ il testo di in messaggio postato apparentemente dalla pagina Facebook di Regione Liguria oggi alle 12.30, che sta rapidamente facendo il giro del web e, soprattutto, delle chat WhatsApp.

Quel messaggio, però, è un fake. Un montaggio realizzato peraltro in modo abbastanza approssimativo, e basta un minimo di attenzione per rendersene conto: il primo “23” è più grande dei numeri successivi, la data “Mercoledì 23” è più in basso rispetto alle parole che ha vicino, non c’è uno spazio tra la virgola e “Giovedì” (peraltro anche in questo caso più in basso delle parole che precedono e seguono). E dulcis in fundo, nel ritoccare l’immagine, l’anonimo autore (probabilmente uno studente intraprendente) ha “esagerato” con la gomma, finendo per cancellare anche una parte della A di ROSSA.

Segnali abbastanza evidenti di una immagine posticcia che però, evidentemente, sono sfuggiti ai più. Tanto che Regione Liguria è stata costretta a postare un messaggio, questa volta autentico, per mettere in guardia gli utenti: “Sta girando in rete e nei gruppi WhatsApp un’immagine del canale social ufficiale di Regione Liguria che riporta una notizia FALSA relativa ad un’allerta rossa questa sera, mercoledì 23 ottobre”.

L’appello è chiaro: “Ricordiamo di riferirsi SEMPRE ai canali ufficiali di Arpal e Regione Liguria (sito, Facebook, Twitter e Instagram)”. Semplice ma, evidentemente, non così scontato.

Agg. ore 13.40: alla fine, va detto, il buontempone ci ha “quasi” azzeccato. L’allerta, infatti, alla fine è arrivata davvero: non rossa bensì arancione, e non dalle 20 alle 15 ma da mezzanotte alle 18. Ha sbagliato i dettagli, insomma, ma probabilmente alla fine la agognata chiusura delle scuole arriverà comunque.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.