IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Allerta arancione, situazione in tempo reale: ripristinato il binario sulla linea Genova-Savona foto

Tanti disagi nel genovese, forti rallentamenti alla circolazione ferroviaria e alcune cancellazioni di treni regionali

Agg. ore 17.56  E’ ripresa alle 16.15 la circolazione ferroviaria sulla linea Genova-La Spezia, sospesa dalle 14.45 tra Santa Margherita Ligure e Chiavari per la caduta di rami e di una tettoia di lamiera sui binari provenienti dall’esterno della ferrovia. Alle 17.10 è tornato operativo anche il binario tra Cogoleto e Genova Voltri, linea Genova-Savona-Ventimiglia, inibito alla circolazione da questa mattina per l’allagamento della sede ferroviaria nei pressi di Vesima.

Allerta meteo 15 ottobre ferrovie

Permarrà per tutta la giornata la riduzione precauzionale di velocità sul binario appena riaperto – quello in direzione Savona – tra Cogoleto e Voltri sulla linea Genova-Savona, e tra Campoligure e Rossiglione sulla linea Genova-Ovada.

Agg. ore 16.18: Rami e una tettoia di lamiera provenienti dall’esterno della ferrovia sono caduti sui binari tra Santa Margherita Ligure e Chiavari sulla linea ferroviaria Genova-La Spezia provocando la sospensione della circolazione dei treni.

Permangono i rallentamenti sulla linea Genova-Savona-Ventimiglia per l’allagamento della sede ferroviaria, nei pressi di Vesima, che ha reso indisponibile un binario tra Cogoleto e Genova Voltri e sulla linea Genova-Ovada per una precauzionale riduzione di velocità tra Campoligure e Rossiglione per la piena del torrente Stura a Campoligure. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) sono presenti nei punti critici per gestire le anormalità in atto e ripristinare la regolare circolazione ferroviaria.

Agg. ore 14.55. La provinciale del Melogno è stata riaperta.

Agg. ore 13:55. Attualmente la provinciale del Melogno risulta chiusa a causa della caduta di alcuni alberi sulla carreggiata. I cantonieri della Provincia ed i vigili del fuoco stanno intervenendo in questi minuti al fine di ripristinare al più presto la viabilità.

Agg. ore 13:40. Proseguono i disagi, in particolare nella zona di Genova e nei tratti di collegamento da e per il capoluogo ligure. Nello specifico, sono in corso le verifiche tecniche sull’ingresso paramassi della galleria Tortuga a Vesima, interessato da un movimento franoso nella mattina di oggi. La statale Aurelia resterà chiusa al traffico in via precauzionale fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.


Il punto dalla sala operativa della Protezione civile

A circa due chilometri di distanza, in località Pizzo di Arenzano, permane inoltre la chiusura al transito della statale, disposta ieri sera in concomitanza con l’attivazione delle procedure di Protezione Civile per il codice arancione di allerta meteorologica, tuttora in vigore.

Infine, sono in corso le attività di pulizia della sede stradale a Mignanego (GE), lungo la statale 35 “dei Giovi”, dove le forti precipitazioni hanno causato il versamento in carreggiata di ghiaia e pietrisco dal versante. Si registra traffico rallentato.

Rallentamenti anche sulla strada statale 456 “del Turchino” a Mele (GE), interessata dalla caduta di materiale dalla pendice sul piano viabile in corrispondenza del km 103,800. Per consentire l’intervento di bonifica della carreggiata la circolazione è regolata con il senso unico alternato.

Agg. ore 12:20. Riaperte la statale 1 via Aurelia in seguito ad allagamento nel comune di Arenzano (GE) e la statale 456 “del Turchino” interessata dall’esondazione del torrente Stura a Campo Ligure (GE).

Proseguono senza sosta le attività per fronteggiare l’ondata di intenso maltempo che da alcune ore sta interessando la regione Liguria. Uomini e mezzi Anas sono al lavoro per garantire la continuità dei collegamenti lungo le strade in gestione.

Permane chiusa al traffico la strada statale 1 “Via Aurelia” all’altezza del km 547,500, in località Pizzo di Arenzano (GE). La chiusura è stata disposta ieri sera in concomitanza con l’attivazione delle procedure di Protezione Civile per il codice arancione di allerta meteorologica, tuttora in vigore.

Sempre ad Arenzano, la statale 1 “Via Aurelia” è stata riaperta al traffico in seguito all’allagamento della carreggiata. Si registrano tuttavia rallentamenti lungo la tratta per la presenza di allagamenti localizzati e detriti sulla sede stradale. Le attività di bonifica della carreggiata sono in corso e proseguiranno fino a cessata emergenza.

Riaperta a senso unico alternato la strada statale 456 “del Turchino” a Mele (GE), interessata dalla caduta di materiale dal versante sul piano viabile in corrispondenza del km 103,800. Sempre la statale 456 “del Turchino” è stata riaperta in entrambe le direzioni a Campo Ligure in seguito all’esondazione del torrente Stura.

Ma il maltempo che interessa la Liguria sta provocando rallentamenti alla circolazione ferroviaria sulle linee che collegano il capoluogo ligure a Savona, Ventimiglia e Acqui Terme, con ripercussioni su tutta la rete regionale. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) sono presenti nei punti critici per gestire le anormalità in atto e ripristinare la regolare circolazione.

Sulla linea Genova – Savona – Ventimiglia l’allagamento della sede ferroviaria tra Cogoleto e Genova Voltri rende disponibile un solo binario. Si registrano ritardi fino a due ore e alcune cancellazioni di treni regionali. L’impresa ferroviaria ha attivato un servizio bus tra Genova e Savona per rinforzare quello ferroviario.

Per la piena del torrente Stura a Campoligure – linea Genova-Ovada, a seguito delle verifiche tecniche alla linea, la velocità è stata precauzionalmente ridotta tra Campoligure e Rossiglione.

Rallentamenti anche sulla Genova – Busalla per l’allagamento del sottopasso di Pontedecimo e la conseguente possibilità di utilizzare solo il primo binario.

Come detto in precedenza, causa maltempo, alcuni convogli hanno accumulato ritardi monstre: è il caso del regionale 11224 da Sestri Levante delle 8:25, che ha accumulato ben 206 minuti di ritardo; del regionale 11232 da Levanto delle 10:06, che ha accumulato 162 minuti di ritardo; del regionale 6175 da Ventimiglia delle 10:25, che ha accumulato 182 minuti di ritardo; infine, del InterCity 659 da Milano Centrale delle 11.”9, che ha accumulato 25 minuti circa di ritardo.

Provincia. E’ scattata ieri sera alle 22 l’allerta meteo arancione su parte del territorio savonese. L’area interessata è quella della costa di levante (da Bergeggi a Varazze) e l’entroterra valbormidese.

Al momento, complici le precipitazioni non particolarmente intense, nel savonese si registra qualche disagio solamente a Varazze, dove sono in corso interventi dei vigili del fuoco per qualche scantinato allagato. Nel resto della provincia al momento non si segnalano particolari criticità.

Decisamente maggiori problemi si registrano nel genovese. Il traffico ferroviario è fortemente rallentato a causa delle condizioni meteo tra Genova Voltri e Cogoleto: dopo uno stop nella notte ora la circolazione è ripresa ma su un solo binario anziché due, con ritardi fino a un’ora e mezza e possibili cancellazioni. E’ stato attivato un servizio sostitutivo con i bus tra Genova Principe e SavonaNella foto la situazione alla stazione di Albisola, con i pendolari in attesa

stazione Albisola

Problemi anche sulla A10 (nel video in alto): a seguito delle piogge di questa mattina, infatti, si sono verificati numerosi allagamenti in diversi tratti, soprattutto in zona Pegli. Attualmente il casello di Genova Pegli è chiuso in entrambe le direzioni, sia in uscita che in entrata. Chiusa anche l’Aurelia nel territorio di Arenzano.

LE SCUOLE CHIUSELE PAROLE DI GIAMPEDRONE

A pagare però il tributo più pesante alla temuta convergenza tra scirocco e tramontana è la zona tra il ponente di Genova e il gruppo del Beigua, con oltre 300 mm di pioggia caduti nella notte: nel capoluogo ligure si registrano strade e sottopassi chiusi per allagamenti, blackout e decine di interventi dei vigili del fuoco per soccorrere persone in difficoltà. Ad Arenzano la protezione civile ha invitato a non usare mezzi ed stata segnalata una voragine in via Manni.

LE PREVISIONI – Dalle prime ore della notte rovesci e temporali forti con fenomeni organizzati e persistenti più probabili su BDE e parte occidentale di C. Precipitazioni diffuse in intensificazione da ponente nel corso della mattinata con cumulate elevate ed intensità fino a molto forte accompagnate ancora da rovesci e temporali forti. Attenuazione dei fenomeni la sera a partire da ponente. Venti tra Sud-Est e Sud-Ovest in rinforzo fino a 50-60 km/h con raffiche oltre i 100-120 km/h sui crinali di tutte le zone. Mare localmente agitato su BC.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.