IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Assoutenti contro il Comune: “Per imporre la legge bisogna prima rispettarla”

Affondo in relazione al caso della multa alla donna che ha ripulito la zona tra Alassio e Albenga

Albenga. “Per imporre il rispetto della legge da parte dei cittadini occorre comunque che sia prima di tutto la pubblica amministrazione ad osservare le norme esistenti, creando le condizioni migliori per una convivenza civile e serena con i cittadini consumatori e utenti di pubblici servizi”.

Firmato Assoutenti, che è intervenuta a gamba tesa sulla vicenda della multa comminata alla donna che ha ripulito la zona tra Alassio e Albenga.

“La vicenda della signora, che nel raccogliere e smaltire i rifiuti sparsi da altri, è stata multata per ‘non aver osservato la legge’, dimostra  quanto (a volte) sia mal ripagato colui che si espone in prima persona per il bene di tutti, senza assumere le necessarie ‘precauzioni’”, hanno proseguito.

E qui arriva l’affondo vero e proprio: “Ma la legge finanziaria del 2017 promulgata nel 2018 all’art. 2  comma 461 prevede che tutti i servizi pubblici debbano essere obbligatoriamente dotati di una carta di qualità, obbligatoriamente concordata con le Associazioni dei Consumatori. Assoutenti Savona ha a suo tempo concordato un ‘protocollo d’intesa’ con il Comune di Albenga proprio al fine di dotarsi di tutte le ‘carte di qualità’ necessarie. Da allora è stata elaborata ed approvata solo quella delle farmacie comunali. Siamo, nonostante i solleciti, ancora in attesa di procedere per tutte le altre”.

“Il servizio di raccolta dei rifiuti è certamente uno dei più importanti e la relativa ‘carta di qualità’ deve prevedere diritti e doveri degli utenti, le modalità di reclamo, il rilevamento della soddisfazione degli utenti, l’economicità del servizio. Un sistema di conciliazione e di rimborso per le inadempienze da entrambe le parti. Il tutto deve essere ampiamente reclamizzato e portato a conoscenza dei cittadini”.

“Questa lettera aperta all’assessore Mauro Vannucci vuole essere lo sprone a colmare un vuoto, con l’auspicio di trovare soluzione al caso in questione e arrivare proprio con la stesura di appropriata carta dei servizi ad un diverso rapporto con i cittadini. Incombe tra l’altro la definizione del nuovo sistema comprensoriale secondo gli schemi che saranno definiti ed al quale occorre presentarsi nel modo migliore”, hanno concluso da Assoutenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.