IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spaccio e problemi di ordine pubblico: chiusi definitivamente l’Africa Market e l’Africa Meal a Savona foto

Dopo il provvedimento del Questore di Savona ora è arrivato il provvedimento di Palazzo Sisto su sollecitazione del Prefetto

Più informazioni su

Savona. Le serrande dell’Africa Market di via Luigi Corsi e dell’Africa Meal di via Carissimo e Crotti a Savona resteranno definitivamente abbassate. Il vicesindaco Massimo Arecco, delegato dal sindaco di Ilaria Caprioglio, ha infatti firmato un’ordinanza di cessazione dell’attività su richiesta del Prefetto di Savona.

Il provvedimento arriva in seguito alla chiusura per 30 giorni delle due attività commerciali per motivi di ordine e sicurezza pubblica disposta dal Questore di Savona che era stata notificata il 9 agosto scorso. Una chiusura che adesso, con la revoca della validità delle Scia (segnalazioni certificate di inizio attività), diventa definitiva.

I guai per i due Africa Market erano iniziati in seguito ad un’indagine per spaccio di droga condotta dalla squadra mobile che aveva portato ad arrestare il fratello del titolare del negozio di via Luigi Corsi. Secondo gli inquirenti, entrambi i negozi erano “punti di ritrovo per pregiudicati” e l’Africa Meal era una vera e propria centrale di spaccio, in cui arrivavano ordini e da cui partivano spedizioni di droga.

“Si tratta di un’indagine particolarmente complessa che ha impegnato per quasi un anno il personale della squadra mobile, cui va il mio plauso per la ben nota ed indiscussa professionalità con cui ha lavorato. In questo periodo estivo, caratterizzato da un incremento esponenziale di turisti, in particolare nei comuni della riviera e conseguentemente da un innalzamento dell’attenzione da parte delle forze di polizia e dall’implementazione dei servizi di prevenzione, il risultato va ben oltre il dato investigativo, assolutamente rilevante sia per l’ingente sequestro di sostanza stupefacente destinata in parte alla piazza savonese, sia per l’arresto di personaggi da tempo attenzionati e notoriamente coinvolti nell’attività di spaccio. Infatti l’attività di polizia giudiziaria ha consentito di procedere alla chiusura ai sensi dell’articolo 100 del Tulps, con provvedimento di competenza specifica del questore in qualità di autorità di pubblica sicurezza, due locali ‘etnici’ ubicati nel centro cittadino, risultati punto di ritrovo di pregiudicati” il commento che il questore di Savona Giannina Roatta aveva fatto a conclusione dell’indagine.

questura savona

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.