IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sopralluogo di Tomatis e Pollio al centro Sat di Albenga: “Presto visite delle scuole per parlare di differenziata” foto

“Positivo per i ragazzi che potranno apprendere direttamente dagli esperti del settore nozioni importanti”

Albenga. Ad Albenga è in atto una vera e propria rivoluzione del sistema di gestione rifiuti grazie all’affidamento del servizio in house a SAT (Servizi Ambientali Territoriali).

Dopo la prima fase, durante la quale la società si è occupata principalmente di mettere mano alla pulizia della città, si sta procedendo con la seconda fase, quella che riguarda la gestione della raccolta differenziata.

Gli incontri con gli amministratori di condominio sono già iniziati e, a breve, partiranno quelli con i cittadini. L’aspetto della sensibilizzazione e dell’informazione è indispensabile, per questo Sat intende promuovere attività formative anche all’interno delle scuole.

L’obiettivo è quello di insegnare agli “adulti del domani” l’importanza di differenziare nella maniera corretta i propri rifiuti e, per farlo, saranno previsti sia incontri frontali tra i banchi di scuola che visite guidate all’interno del centro amministrativo e di deposito mezzi, sito all’interno dell’ex Caserma Turinetto oggi, come approvato con delibera di giunta, affidato ufficialmente a Sat.

Spiega l’assessore Gianni Pollio: “Si tratta di un centro all’avanguardia adibito allo stoccaggio dei mezzi, alla sede degli uffici di Sat e alla raccolta esclusivamente di alcuni tipi di materiali che non possono arrecare alcun pregiudizio alla “vivibilità” della zona”.

Il sindaco Riccardo Tomatis aggiunge: “Nel 2020 è prevista la nascita dell’Ato per la gestione dei rifiuti, Albenga fino a quel momento continuerà il percorso intrapreso con SAT volto a migliorare sempre di più la pulizia della città e la gestione dei rifiuti. In questo senso gli incontri con i cittadini sono particolarmente importanti e lo sono anche le attività all’interno delle scuole. Sono proprio i bambini quelli che hanno una sensibilità maggiore rispetto a queste tematiche e che spesso riprendono i genitori e insegnano loro come fare la differenziata in modo corretto. Credo che organizzare visite al centro SAT possa essere estremamente positivo per i ragazzi che potranno apprendere direttamente dagli esperti del settore nozioni importanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.