IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Servizi Ambientali, la minoranza a Borghetto si scaglia contro il sindaco Canepa: “Il nostro depuratore senza rappresentanza”

Oppozione all'attacco: "Fallimento del primo cittadino"

Borghetto Santo Spirito. “La capacità amministrativa di un sindaco viene valutata anche sulla gestione delle nomine degli enti di secondo livello. Per quanto riguarda il depuratore il bilancio del sindaco Canepa è un autentico fallimento”. La minoranza di Borghetto all’attacco sulla gestione della Servizi Ambientali.

“In meno di due anni sono stati nominati quattro presidenti. Prima è stato nominato l’ingegner Malpangotto, ex sindaco di Borghetto; subito dopo il ragionier Roveraro, imprenditore. Entrambi espressione del territorio ed entrambi dimessisi pochi mesi dopo la nomina per motivi di salute (nell’Unione Sovietica li chiamavano “raffreddori”).
Poi è arrivato un presidente di Cairo Montenotte, l’avvocato Bonifacino, in virtù – così ci è stato detto – di un saldo rapporto di fiducia col sindaco (tanto che prima di passare al Depuratore era stato presidente della Farmacia Comunale). Bonifacino ora non è stato confermato, il che può voler dire due cose: che il rapporto di fiducia è saltato o che secondo il sindaco l’ex presidente avrebbe commesso errori di gestione. Che si tratti di una cosa o dell’altra, i cittadini avrebbero il diritto di saperlo!” affermano i consiglieri dei gruppi “In Cammino” e “Liberiamo Borghetto” Giancarlo Maritano, Maria Grazia Oliva, Pier Paolo Villa e Daniela Guzzardi.

“Adesso, come nuovo presidente è arrivata una ristoratrice (ed ex sindaco) di Orco Feglino. Un presidente indicato dal Comune di Borghetto che invece di rappresentare il nostro territorio proviene da un Comune che non è socio della Servizi Ambientali e che non si serve né si servirà in futuro del nostro impianto di depurazione. Per giunta il nuovo presidente non pare dotato di una competenza specifica in materia di gestione della depurazione, competenza che, se presente, potrebbe rendere secondario il problema territoriale. Perché dunque Canepa ha nominato in rappresentanza di Borghetto una persona che non ha rapporti con il territorio e non è neppure un tecnico? È probabile che l’unica ragione sia la sua appartenenza all’area della Lega Nord”.

“Se così fosse da un lato avremmo una spiegazione per questa scelta davvero singolare, dall’altro ci troveremmo di fronte a un esempio smaccato di lottizzazione partitica degli incarichi nelle società partecipate. Per tenere a bada la Lega, che a Borghetto potrebbe creare qualche problema al sindaco, le si offre la presidenza della Servizi Ambientali; ma anziché nominare un leghista borghettino (forse Canepa e i suoi suggeritori ritengono che quelli del posto non siano all’altezza) si sceglie un altro esponente di quel partito, senza legami con Borghetto ma evidentemente con gli appoggi politici “giusti”. Tutto questo mentre Pietra Ligure e Ceriale, soci con quote ben più basse, hanno designato come era logico persone del proprio territorio”.

“Ma non finisce qui. L’avvocato Bonifacino è stato eletto alcuni mesi fa nel consiglio di amministrazione della neocostituita società provinciale per la gestione del servizio idrico integrato (Acque Pubbliche Savonesi), in rappresentanza della Servizi Ambientali. Il suo mandato in quel CdA scadrà tra tre anni. Dopo queste nuove nomine nella Servizi Ambientali, però, Bonifacino non fa più parte del quadro dirigente della società! Lo straordinario risultato ottenuto da Canepa è quindi che per i prossimi tre anni il nostro depuratore non avrà una rappresentanza diretta nel Consiglio di Amministrazione del gestore del servizio a livello provinciale. Che dire? Complimenti al nostro sindaco!” concludono gli esponenti di minoranza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.