Savona, al Mercato Civico un "Info-point della pesca" per la filiera corta - IVG.it
Insieme

Savona, al Mercato Civico un “Info-point della pesca” per la filiera corta

L'assessore Zunato: "Con la deliberazione dei lavori, il mercato Civico si prepara ad accogliere tutta la filiera alimentare, ponendosi anche come luogo di confronto"

Savona. Ieri la giunta comunale di Savona ha deliberato il progetto esecutivo per i lavori di manutenzione straordinaria dei locali del Mercato Civico da adibire ad “Info-point della pesca”.

“L’approvazione del progetto – afferma l’assessore allo sviluppo economico ed alle attività produttive Maria Zunato – ci consentirà di partecipare al bando previsto dal Programma Feamp 2014/2020. Crediamo fortemente nella possibilità di essere ammessi al contributo per poter quindi realizzare la ristrutturazione straordinaria di due locali, con accesso separato da via Lavagna, posti uno sopra all’altro: la sala inferiore quale front office per cittadini e turisti e la sala superiore destinata invece a diventare un luogo d’incontro per i pescatori e per le associazioni della pesca. L’importo complessivo dei lavori ammonta a 130 mila euro.”

“Il ruolo del centro polifunzionale ‘Info-point della pesca’ – prosegue l’assessore Zunato – è un notevolissimo valore aggiunto che andrà riempire di contenuti il Mercato Civico, in quanto oltre a sensibilizzare tutti gli attori del settore, e non solo, sulle tematiche ambientali, porterà avanti alcune battaglie legate ad una pesca sostenibile, alla valorizzazione dei prodotti più tipici, come ad esempio il bianchetto, rappresentando inoltre una vera e propria agorà nella quale il dibattito costruttivo, sarà prodromico di miglioramento delle tecniche di pesca, ma anche di una maggiore consapevolezza e conoscenza, ad esempio sulla stagionalità, da parte del consumatore.”

“Il Mercato Civico – conclude Zunato – si pone quindi come centro focale della filiera alimentare locale, andando ben oltre il commercio delle nostre numerose eccellenze, per porsi come un expo permanente, pronto a valorizzare l’esistente, ma con un vivo humus all’interno, capace di cogliere le sfide che ci attendono, nel comune sforzo di salvaguardare l’ambiente, promuovere la biodiversità dell’offerta, esaltando, con un approccio olistico. un territorio che ha ancora moltissime potenzialità da evidenziare e nel quale la pesca è un settore di primissimo piano”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.