Fondi

Regione, stanziati contributi a distretti sociosanitari a supporto delle spese dei coordinatori pedagogici

I fondi ammontano a 110mila euro: 5mila per ciascun distretto

Sedi istituzionali e palazzi del governo

Regione. La giunta della Regione Liguria ha stanziato contributi pari a 110mila euro in favore dei Distretti Sociosanitari a supporto delle spese dei Coordinatori pedagogici distrettuali per lo svolgimento delle attività connesse al Sistema Educativo Integrato e all’accreditamento dei servizi per la prima infanzia.

I contributi verranno assegnati ai Comuni capofila dei vari Distretti Sociosanitari nella misura di 5mila euro per ciascun Distretto.

Alla liquidazione dei contributi in oggetto si provvederà secondo le seguenti modalità: 80% a seguito di presentazione, da parte dei Direttori Sociali di ciascun Distretto Sociosanitario, della dichiarazione attestante l’individuazione della figura del Coordinatore pedagogico distrettuale con indicazione degli estremi dell’atto in forza del quale è avvenuta la nomina (nel caso di consulente esterno deve essere indicata anche la data di inizio e fine incarico); 20% a saldo, a seguito di trasmissione della rendicontazione sull’utilizzo del contributo.

“In ogni caso, i suddetti contributi verranno erogati solamente a condizione che i beneficiari siano in regola con la rendicontazione della precedente analoga assegnazione”, hanno fatto sapere da Regione.

La Regione e gli Enti locali hanno il compito di perseguire l’integrazione tra le diverse tipologie di servizi per la prima infanzia e di sostegno alla genitorialità, la collaborazione tra soggetti gestori, garantendo la qualità e la coerenza del sistema, la promozione e la realizzazione della continuità educativa con la scuola dell’infanzia.

“In questo ambito il ruolo svolto dai Coordinatori è fondamentale ed è perciò necessario e doveroso supportarli nel loro delicato e importantissimo incarico, hanno concluso.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.