IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Quanto costa un’ambulanza?”, benefattrice dona 50 mila euro alla Croce Rossa di Loano

La donna si è informata sui costi e poi ha donato tutto quello che poteva donare

Più informazioni su

Loano. “Siamo ancora increduli”. Così dalla Croce Rossa di Loano commentano quanto accaduto ieri mattina, quando una benefattrice ha deciso di fare una donazione “monstre” da 50 mila euro per l’acquisto di una nuova ambulanza.

A raccontare l’episodio è la vicepresidente Sara Canepa: “Ieri mattina la signora Derio, cittadina loanese, si è presentata in sede, ‘armata’ di articoli di giornale riguardanti gli ultimi avvenimenti accaduti al nostro comitato, chiedendo quanto costasse un’ambulanza. Le abbiamo risposto che il prezzo che varia tra gli 80 e i 90 mila euro per un mezzo finito e allestito. A quel punto si è informata su quanto era stato raccolto fino ad oggi, poi è uscita ed è andata in banca a vedere quanto potesse donare, lasciando la squadra in servizio un po’ sgomenta”.

Ma il vero stupore è arrivato poco dopo, quando la donna è tornata in sede con un assegno di cinquantamila euro. “Tutto ci saremmo aspettati, ma non una cifra del genere – ammette Canepa – La signora Derio, che ha visto gli articoli sui giornali, ha voluto aiutare la nostra associazione che gli è stata vicina in passato, e spera che il suo gesto, alla luce del sole, possa invogliare altre persone a donare”.

“Per questo, a nome del presidente Carlo Tironi, di tutto il consiglio direttivo, dei dipendenti, dei volontari e della intera associazione, i più grandi e sentiti ringraziamenti alla signora Derio per il suo bellissimo gesto. Cogliamo l’occasione per ringraziare anche tutti coloro che hanno contribuito donando sul conto dedicato all’acquisto di una nuova ambulanza”. Per chi volesse partecipare, questo è l’Iban su cui effettuare il versamento: IT57G0311149430000000000209.

“Vogliamo infine ricordare che è possibile anche donare qualcosa di altrettanto prezioso: il proprio tempo – concludono dalla Cri loanese – Basta recarsi presso il comitato ed informarsi per poter accedere ai corsi per diventare volontario”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.