IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi lampioni a led, telecamere e punti di ricarica per smartphone: ad Albenga il progetto Elena diventa definitivo

L'appalto prevede l’affidamento di tutti i servizi di prestazione energetica, riqualificazione, gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione

Albenga. La giunta di Albenga ha approvato il progetto definitivo per la riqualificazione completa dell’impianto di illuminazione pubblica.

Il progetto Elena prevede, infatti, non solo la sostituzione di tutti i punti di illuminazione con la nuova tecnologia a led (con un risparmio energetico che si stima possa aggirarsi intorno al 80 per cento), ma anche: l’illuminazione di nuove zone della città che attualmente ne sono prive (verranno installati ben 500 punti luce in più); l’installazione di 50 pali intelligenti di tipo shuffle (integrati con telecamera wi-fi, diffusione audio e ricarica per dispositivi smartphone); l’installazione di 100 nuove telecamere di videosorveglianza; l’illuminazione di edifici di interesse storico/culturale e di alcuni monumenti con una nuova tecnologia in grado di valorizzarli ed esaltarne al meglio tutti gli aspetti.

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “Il progetto Elena ha moltissime valenze positive. Attraverso questo verranno sostituiti circa 6 mila corpi illuminanti all’interno della città dando nuova luce alla stessa. Non solo, verranno aggiunti altri 500 punti luce che posizioneremo in particolare nelle frazioni. C’è poi l’aspetto legato alla sicurezza . Grazie al progetto Elena avremo 100 videocamere in più, ma dobbiamo considerare anche la conseguenza indiretta dell’avere una Città meglio illuminata. Dove c’è luce, infatti, la microcriminalità si allontana e si migliora la sicurezza stradale”.
Il progetto Elena, inoltre guarda all’ambiente e agli aspetti economici. “Ultimo, ma non ultimo – conclude il sindaco – c’è l’aspetto legato all’ambiente, un tema attualissimo e molto importante. L’illuminazione a led ha immissione zero di CO2 quindi si riduce drasticamente l’inquinamento. Tutto questo senza che il Comune abbia dei costi, infatti, quest’operazione è ripagata dal risparmio energetico. Per questo l’azienda che ha vinto la gara ha interesse a posizionare il più in fretta possibile tutti i corpi illuminanti in modo da iniziare a guadagnare”.

Sottolinea il consigliere delegato alla pubblica illuminazione Raiko Radiuk: “Vorrei ringraziare la società che si è aggiudicata questo appalto per l’estrema disponibilità e competenza dimostrata. I prossimi passaggi prevedono la decisione sul posizionamento dei pali shuffle e dei nuovi punti luce. L’amministrazione intende prestare particolare attenzione alle frazioni e alle zone più frequentate che necessitano di una illuminazione migliore anche per la sicurezza stradale”.

Il prossimo passaggio vedrà l’approvazione del progetto esecutivo e, subito dopo l’inizio dei lavori per il posizionamento della nuova tecnologia. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata Engie Servizi Spa di Roma, controllata dalla società energetica francese Energie Italia. L’appalto prevede l’affidamento in concessione per quindici anni di tutti i servizi di prestazione energetica, riqualificazione, gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione del Comune di Albenga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.