IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, irregolarità nella consegna di una “cartella” fiscale: il tribunale dà ragione a Ugo Piave e alla Loanesi

Per l'ex presidente una prima “vittoria” nella sua personale e annosa querelle con il Comune di Loano

Loano. Ha ottenuto una prima “vittoria” nella sua personale e annosa querelle con il Comune di Loano l’ex presidente dell’Asd Loanesi San Francesco Ugo Piave. Lo scorso 10 settembre i giudici del tribunale di Savona hanno emesso una “clamorosa sentenza” che dichiara “la falsità di una notificazione effettuata dal messo comunale” nel 2015. La sentenza è stata resa nei confronti dell’Agenzia delle Entrate e di Equitalia a favore dell’Associazione sportiva.

Tutto è iniziato il 31 dicembre 2015 quando (secondo quanto emerge dai documenti relativi all’accertamento fiscale) il messo del Comune avrebbe notificato a Piave l’avviso relativo al procedimento. La notifica è stata però impugnata dal commercialista e consulente tributario Alessandro Delicato per conto dell’Asd dinnanzi alla commissione tributaria provinciale di Savona in quanto, secondo la difesa, questa non sarebbe stata eseguita.

Sulla base degli accertamenti, confermati anche dalle testimonianze di alcuni dipendenti comunali, infatti, il giorno in cui avrebbe effettuato la notifica della cartella alla società sportiva il messo comunale risultava in ferie e perciò non sarebbe stato in alcun modo in grado di procedere con la consegna della documentazione.

“L’iniziativa della vertenza dinnanzi al Tribunale di Savona è scaturita da un accesso agli atti al Comune di Loano a suo tempo proposto da Delicato per conto dell’Asd Loanesi San Francesco, da cui è scaturito il principio di prova che all’esito anche delle prove orali dinnanzi al Tribunale di Savona, ha consentito l’emanazione della clamorosa decisione – spiegano dalla difesa di Piave – A questo punto, seppur appare tutto in modo casuale, l’amministrazione comunale si accaniva contro l’unica società sportiva dilettantistica presente, il cui scopo, privo di lucro, fu già riconosciuto dai Giudici Tributari quando accolsero la tesi difensiva”.

Il Comune di Loano non si è costituito parte in causa. I giudici hanno dichiarato “la falsità delle attività descritte dalla relazione di notifica effettuata il 31 dicembre dal messo comunale” e hanno condannato “le parti convenute a rifondere le spese di lite” pari a quasi 4 mila euro.

Dopo le note vicende che hanno vista coinvolta l’Asd in un contenzioso con il Comune di Loano, questa sentenza “restituisce grande soddisfazione a Ugo Piave, già presidente della società, e alla nuova dirigenza”. L’avvocato Giovanni Sanna, che ha patrocinato l’Asd Loanesi San Francesco davanti al Tribunale di Savona, si è limitato a commentare la sentenza dichiarando la propria “personale soddisfazione professionale senza formulare ulteriori considerazioni”. Ora si dovrà attendere “l’azione del Fisco contro il Comune di Loano per il danno subito per le casse dello Stato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.