IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il sindaco di Pontinvrea Camiciottoli querela i consiglieri regionali Garibaldi, Lunardon, Pastorino e Salvatore

In un ordine del giorno sulla violenza in rete i consiglieri hanno citato il caso Camiciottoli-Boldrini ricordano il famoso post del sindaco come un "incitamento allo stupro"

Pontinvrea. Con una lettera inviata al presidente del consiglio regionale, il sindaco di Pontinvrea Matteo Camiciottoli ha annunciato di aver dato mandato al suo avvocato di querelare per diffamazione i consiglieri di opposizione Luca Garibaldi, Giovanni Lunardon, Giovanni Battista Pastorino, Alice Salvatore.

“Durante i lavori del consiglio regionale del 17 settembre 2019 – ricorda il primo cittadino – è stato presentato l’ordine del giorno numero 613 contro la violenza in rete. Si tratta di un provvedimento condivisibile e lodevole nella parte del dispositivo; tuttavia nelle premesse si fa riferimento al caso che mi ha visto personalmente coinvolto insieme all’onorevole Laura Boldrini. Il procedimento giudiziario ha portato alla mia condanna in primo grado, condanna per la quale ho già presentato ricorso in appello. Nel dispositivo prodotto dai giudici, si esclude che da parte mia ci fosse incitamento allo stupro. Tuttavia, durante la discussione in aula i consiglieri sopra citati hanno continuato a ribadire il fatto che le premesse fossero fondamentali proprio perchè riguardava l’incitamento allo stupro di una donna (in questo caso dell’onorevole Boldrini), con ciò rimarcando solamente la volontà di strumentalizzare e puntare il dito verso una parte politica”.

In ultimo ha dichiarato Camiciottoli: “Voglio rassicurare il consigliere Garibaldi: la Liguria ha avuto onori nazionali grazie al fatto che il sottoscritto sindaco di Pontinvrea ha abolito la tassa sulla prima casa, non ha mai aumentato la tassa sui rifiuti, ha abolito la tassa sull’acqua, si è opposto al business delle cooperative sulla gestione degli immigrati. Non so che cariche amministrative abbia mai ricoperto il consigliere Garibaldi ma mi piacerebbe confrontarmi con lui su questi argomenti”.

Di seguito il testo della lettera al presidente del consiglio regionale:

Gentilissimo Presidente,

con queste mie poche righe,le voglio esprimere tutto il disappunto e rabbia per quanto accaduto durante la seduta del consiglio regionale del 17 settembre 2019 durante la discussione dell’Odg n. 613 volto a contrastare la violenza in rete.
Ho letto il documento in questione ed ascoltato tutte le dichiarazioni espresse in aula, e mai avrei pensato che in un aula di un assemblea legislativa potesse regnare tanta ignoranza o malafede.
Ricordo a Lei perchè lo ricordi, dove lo ritenga necessario, ai consiglieri firmatari dell’Odg 613, che il caso che mi ha visto coinvolto, ha una sentenza di primo grado che esclude che il mio post fosse un atto di incitamento allo stupro, infatti il dispositivo recita “ non si tratta, in effetti, dell’augurio di uno stupro, come sostenuto dalla parte civile, ma del ricorso ad un armamentario dialettico tipicamente maschilista”, e ricordo che la sentenza è appellata perchè era semplicemente critica politica, basti pensare che il mio post era in difesa di una ragazza stuprata come avrei potuto augurare lo stupro di un’altra donna.
Gentilissimo Presidente, visto lo scadimento in cui si è protratta la discussione del suddetto Odg durante la seduta, dove più volte i consiglieri del Partito Democratico, dei cinque stelle e di l’eu in modo ignorante e strumentale (dimostrando anche scarso interesse a quello che invece il dispositivo di quel documento) hanno dichiarato rivolto a quel post e alla mia persona che ci sarebbe stato incitamento allo stupro, mi vedo costretto a preannunciarle che ho dato mandato, acquisendo le registrazioni del Consiglio Regionale del 17 settembre 2019, al mio avvocato di querelare i Consiglieri Luca Garibaldi, Lunardon Giovanni, Pastorino Giovanni Battista, Salvatore Alice.
Auguro a Lei e a tutto il Consiglio Regionale buon Lavoro

Matteo Camiciottoli
Sindaco di Pontinvrea

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.