IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fine settimana altalenante per i Bulldogs Toirano, ma l’accesso ai playoff è vicino

Quattro vittorie e tre sconfitte il bilancio del Big Bowl. Ora la squadra ligure si trova al quarto posto nel girone A del campionato

Toirano. Nel fine settimana di sabato 7 e domenica 8 settembre si è svolto il Big Bowl del campionato senior di Seconda Divisione di flag football a Lido di Savio, in provincia di Ravenna.

I Bulldogs Toirano, iscritti al campionato come Pirates Savona, ne escono con quattro vittorie e tre sconfitte, dopo aver dovuto giocare ben sette partite in soli due giorni a ranghi decisamente ridotti. Obiettivo playoff praticamente raggiunto con tre partite di anticipo.

A partecipare al torneo, come giocatori, erano presenti Sebastien Pellegrini nel ruolo di “centro” (colui che dà inizio all’azione passando la palla al “quarterback”, che potremmo definire più semplicemente “lanciatore”); Matteo Acquatico (difensore, quarterback e “offensive coordinator”); Stefano Calvi (ricevitore, difensore e “defensive coordinator”); Gabriele Cepollina, difensore e “blitzer” (ruolo di difesa incaricato di fermare il quarterback prima che lanci); Fabio Mandaliti come difensore e ricevitore; Claudio Tiso nei ruoli di difensore e ricevitore; Leandro Moise come difensore e blitzer. Quest’ultimo un ex-giocatore della squadra, rientrato di recente, e ancora a mezzo regime a causa di un infortunio alla caviglia.

Fuori campo a supporto tecnico e morale alcuni tra membri del team e sostenitori, tra cui il dirigente Stefano Cocco, sua moglie Sara Tomasello (allenatrice della sezione Under 10), e i gemelli Gabriel e Thomas Cocco, entrambi fermi a causa di infortunio, la fotografa e tuttofare Giulia Abbate e i sostenitori Giovanna Gelmini, Luca Araldo e Sara Ciaccio.

I tre incontri previsti per sabato 7 hanno visto i Bulldogs giocare contro i Taz30 di Bologna (primi in classifica del girone), gli Hunters di Roma e gli 82ers Napoli.

La prima partita è stata persa di soli tre punti, col punteggio finale di 35-32. Una partita che già come indica il risultato, è stata tutt’altro che scontata, a differenza del magrissimo risultato riportato nell’incontro di andata del 9 giugno. In questa partita, decisamente equilibrata e combattuta, segnaliamo tra le azioni più importanti tre touchdown di Calvi (segnatura che vale 6 punti e si ottiene dopo aver portato il pallone nella meta avversaria), più uno di Mandaliti e un altro di Pellegrini (quest’ultimo segnato eroicamente dopo aver ricevuto un pallone diretto verso un suo compagno, che però aveva mancato la ricezione); sempre Calvi ha segnato una trasformazione da 2 punti (azione bonus, da 1 o 2 punti, a cui si ha diritto dopo aver segnato touchdown). Nonostante sia stata una partita giocata soprattutto in attacco, anche la difesa si è fatta valere: tra le azioni più importanti, segnaliamo un intercetto di Acquatico, che ha rubato il pallone agli avversari ricevendo un lancio del quarterback avversario.

La seconda partita, invece, è stata vinta per 27-12. Sebbene durante tutto il primo tempo si sia trattato di uno scontro tra difese (terminato con soli 7 punti a 0 per i Bulldogs), i liguri hanno decisamente preso il largo nel secondo tempo. Per quanto riguarda le segnature, segnaliamo tre touchdown di Mandaliti e uno di Tiso, con una trasformazione da 1 sempre di Tiso e due di Calvi. In difesa, segnaliamo un intercetto di Tiso, e da parte di Cepollina sia un intercetto (il suo primissimo in carriera) e un sack su trasformazione (si intende per sack il tentativo riuscito da parte del blitzer di bloccare il lancio del quarterback).

La terza e ultima partita del sabato, contro gli 82ers, ha visto i Bulldogs vincere per 45-12. Risultato che già lascia a intendere l’andamento generale dell’incontro, sotto controllo dei liguri fin dalle prime azioni. A livello di segnature, troviamo di nuovo Calvi con due touchdown; Mandaliti con tre touchdown e una trasformazione da 1; una trasformazione da 1 di Pellegrini; due touchdown di Tiso con una trasformazione da 1. In difesa, nonostante non vada a statistica, l’azione da blitzer di Cepollina ha forzato moltissimo la mano del quarterback napoletano, facendolo sbagliare e regalando parecchi intercetti alla sua squadra, ad opera di Calvi (cinque volte) e di Tiso.

Dopo la fine della partita, entrambe le squadre si sono fermate per permettere ad alcuni ragazzi, iscritti alle rispettive sezioni under e dunque troppo giovani per giocare nel campionato senior, di giocare qualche azione. È così che Luca Araldo, appartenente alla sezione Under 15 dei Pirates Savona ed ex allievo di Calvi e Acquatico, dopo aver passato l’intera giornata ad aiutare Abbate a fornire acqua alla squadra ha segnato il suo primissimo touchdown tra i senior.

Giornata, quella del sabato, discretamente redditizia (due vittorie e una sconfitta) oltre che debilitante. In questo frangente, da notare in particolare la performance di Pellegrini, che a causa dell’inesperienza non aveva avuto molte possibilità di dimostrare il suo valore, e che nella giornata di sabato 7 ha segnato il 100% di ricezioni, oltre che alcune segnature. I giocatori liguri, tuttavia, come già detto in apertura presenti a ranghi ridotti e quindi con ben poche possibilità di sostituzioni durante le partite, ne avrebbero pagato il conto.

Il giorno dopo, infatti, i Bulldogs hanno perso la prima partita contro il Blue Team femminile per 19-18. Partita giocata decisamente sottotono e pagando il prezzo della stanchezza e dei dolori del giorno prima. Con la mancata consolazione di una rimonta incompleta, segnaliamo i tre touchdown di Tiso, Calvi e Mandaliti in attacco, e in difesa i due intercetti di Calvi.

La seconda partita della giornata, contro gli Angels di Pesaro, campioni uscenti del campionato di Seconda Divisione di flag a cui i Bulldogs partecipano, ha visto i liguri optare per una strategia di “risparmio energetico”. La partita, dunque, si è chiusa per 34-18 per gli Angels. Tuttavia, trattandosi di cinque mete a tre, il risultato è stato molto meno disastroso di quanto preventivato dal coaching staff in sede di pianificazione. Come per la partita precedente, tre mete segnate da Tiso, Calvi e Mandaliti, senza particolari note sulla difesa, che ha saputo reggere il confronto con l’offensiva avversaria, al di là del punteggio sul tabellone.

La terza partita, prevista contro i Bandits Caserta, è stata vinta a tavolino, causa problemi tecnici per il team campano: opportunità, questa, per risparmiare le energie in vista dell’ultimo incontro, importantissimo ai fini dell’obiettivo playoff.

Giunti dunque all’ultima partita, i Bulldogs hanno affrontato i Daemons Cernusco, già incontrati e sconfitti a luglio. Il team di Toirano ha nuovamente prevalso, ma questa volta in maniera più netta: 39-0. Partita a senso unico in cui segnaliamo, per quello che riguarda l’attacco: Mandaliti, con quattro touchdown e una trasformazione da 1; Pellegrini e Tiso, entrambi con un touchdown a testa; infine Calvi, con due trasformazioni. In difesa, oltre agli intercetti di Tiso e Mandaliti, segnaliamo tre sack del blitzer Moises, che nonostante i problemi alla caviglia è riuscito a farsi valere.

Quello del Big Bowl è tradizionalmente un appuntamento impegnativo – commenta Claudio Tiso – che sia per il rientro dalla pausa estiva o per l’elevato numero di partite da affrontare. A questo si sono andate a sommare diverse assenze importanti fra i ranghi dei Bulldogs, che sono stati chiamati a una prova di carattere non indifferente. Nonostante la piccola attuta d’arresto all’inizio della seconda giornata, che non pregiudica assolutamente un campionato finora brillante, abbiamo dimostrato di essere all’altezza dell’obiettivo playoff che siamo prefissati, soprattutto in virtù delle splendide prestazioni contro Warriors (Taz30) ed Angels, che allo stato delle cose sono sembrati affrontabilissimi”.

Con un monte vittorie-sconfitte-pareggi di 10-4-1, i Bulldogs Toirano si trovano al quarto posto nel girone A del campionato (che annovera dieci squadre su diciotto totali). L’obiettivo, ai fini dei playoff, è quello di rimanere almeno tra le prime quattro nel girone. Mvp del fine settimana Mandaliti in attacco e Calvi in difesa.

L’ultima data utile per l’accesso ai playoff è quella che si terrà domenica 22 settembre a Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.