IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, la scuola pianistica Ateneum apre la stagione con un concerto all’Auditorium di Santa Caterina

Tra i protagonisti Luca Rasca, vincitore della Palma d’oro

Finale Ligure. Le vacanze sono finite, ma loro (docenti e allievi) non si sono praticamente mai fermati. La scuola pianistica Ateneum apre la stagione autunnale-invernale con un concerto la sera di domenica 15 settembre alle 21. Dove? Ma all’Auditorium di Santa Caterina di Finalborgo, a due passi dalla sede (e dalla sala prove) che è all’Oratorio de’ Disciplinanti. Le lezioni sono partite una settinana prima, ovvero lunedì 9 settembre.

Molte le novità. A un corpo docente già collaudato e di grande pregio (Paola Arras, Valentina Messa, Silvia Zoe Cirillo, Riccardo Zegna, Maria Grazia Scarzella, Maurizio Fiaschi) si aggiungeranno altri nomi di prestigio: Elena Sancio (clavicembalo e pianoforte), Benedetto e Tiziana Vicini (Music together, sino a cinque anni). Con il mese di marzo scatterà anche il concorso “Young Artist”, under 18, giunto alla terza edizione.

Numerose le attività della scuola: domina il pianoforte, ma spazio al jazz (analisi e improvvisazione, laboratorio per bimbi), alla chitarra e poi ear-training, armonia, composizione, canto moderno, coro polifonico. Il corso di pianoforte ha pure una masterclass con docenti Luca Rasca, vincitore della Palma d’oro (conservatorio di Udine), Luca Trabucco (anche lui da Udine), Giacomo Fuga (Torino).

Le sorelle Giuliana e Paola Arras sono entusiaste della nuova stagione, ancor prima di cominciare. E dicono: “La nostra asssociazione continua ad ampliare i corsi. E il numero degli allievi è in costante aumento. Gli spazi sono a Finalborgo e a Finalpia (chiostro dell’Abbazia Benedettina) in locali che trasudano di storia, lontani dalla confusione e dai rumori della strada. Non potremmo chiedere di meglio. In quelle aule, permeate dalla storia antica e suggestiva di Finale, ritroviamo luoghi ideali dove la musica e l’insegnamento possono diffondersi liberamente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.