IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Edilizia scolastica, pronto il piano di restyling degli istituti di Savona

Il vice presidente della Provincia Bonasera incontra l'assessore di Savona Levrero

Savona. Proseguono gli incontri del vice presidente della Provincia Francesco Bonasera con i sindaci del territorio per comunicare quanto programmato dall’amministrazione di Palazzo Nervi in materia di interventi sugli edifici scolastici compresi nei loro Comuni.

“Nei giorni scorsi ho avuto modo di illustrare all’assessore del Comune di Savona, Roberto Levrero tutti i lavori che la Provincia sta attuando e progettando negli istituti secondari di Savona, strutture in parte di proprietà del Comune ma di competenza del nostro Ente in base alla legge 23/1996 – dichiara il vicepresidente provinciale, Francesco Bonasera – Gli istituti scolastici di Savona inseriti nei progetti d’intervento provinciale sono: l’istituto Boselli-Alberti, l’istituto secondario superiore Ferraris-Pancaldo e la sezione professionale dell’istituto superiore Mazzini-Da Vinci, l’istituto secondario superiore Mazzini-Da Vinci sezione odontotecnici-ottici, liceo scientifico statale Grassi plesso scolastico di via Corridori, liceo classico Chiabrera-Martini e il liceo statale della Rovere”.

Per tutti questi plessi la Provincia ha elaborato piani che prevedono diverse azioni, mirate a seconda delle esigenze delle scuole, come relazioni geologiche propedeutiche alla definizione dei parametri sismici, valutazioni di carattere strutturale, adeguamento alla prevenzione incendi, efficientamento energetico, lavori di tinteggiatura e risanamento igienico sanitario, sostituzione dei serramenti. Una parte di queste operazioni sono state già finanziate dal ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca (Miur), l’Ente provinciale sta provvedendo per lavori come la tinteggiatura e il risanamento igenico sanitario con risorse di spesa corrente.

“Stiamo lavorando sinergicamente per ottimizzare i tempi risolvendo le emergenze e, al contempo, garantendo un cronoprogramma certo dei prossimi cantieri. Le necessità complessive degli istituti di Savona non ancora finanziate corrispondono a circa 9 milioni di euro. La priorità – conclude Bonasera – sono i nostri ragazzi che hanno il diritto di svolgere le attività scolastiche in edifici sicuri e a norma. La Provincia di Savona con estrema difficoltà, come del resto tutte le Province negli ultimi anni, garantisce comunque i servizi al territorio. Ora più che mai abbiamo bisogno di un Ente autorevole con a disposizione risorse certe, l’auspicio è che possa ripartire, quanto prima, il processo di revisione della legge Delrio per metterci finalmente nelle condizioni di rispondere alle esigenze del nostro comprensorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.